Home Speciale Elezioni 2020 Saronno Popolare: “Non c’è un centrodestra ma solo la Lega. Invitiamo a...

Saronno Popolare: “Non c’è un centrodestra ma solo la Lega. Invitiamo a votare Gilli”

1757
29

SARONNO – “Saronno Popolare prende le distanze da quello che viene definito “centrodestra saronnese” in quanto dopo le recenti situazioni uscite sui giornali e le dichiarazioni dei referenti Agostino De Marco per Forza Italia e Claudio Sala per la lega Nord per l’indipendenza della Padania (questo il nome che usano in consiglio comunale) è evidente che a Saronno non esiste il “centrodestra” ma una grande Lega Nord per l’indipendenza della Padania che ha inglobato i marchi di un partito di centro, Forza Italia, e un partito erede del Movimento Sociale Italiano, chiamato oggi Fratelli d’Italia”.

Inizia così il nuovo affondo di Saronno Popolare la lista civica che si è annunciata qualche settimana fa in piena crisi del centrodestra.

“Il tira e molla sulla vicenda di Maria Assunta Miglino, assessore, è la prova del nove di come Forza Italia sia pronta a subire ogni offesa e smacco pur di andare a braccetto con la Lega Nord per l’Indipendenza della Padania e appoggiare il candidato sindaco Alessandro Fagioli. Comprendono i dirigenti del partito Forza Italia che la fuga di pezzi da novanta come l’onorevole Enrico Costa verso “Azione” è dovuto proprio all’appiattimento verso la Lega Nord? A Saronno la casa naturale del partito Forza Italia è con l’avvocato Pierluigi Gilli, persona che lo stesso partito Forza Italia solo cinque anni fa proponeva come sindaco dicendo “affidiamoci all’esperienza” e nientedimeno invitava e portava a Saronno Silvio Berlusconi in appoggio della candidatura. Come può oggi appoggiare il candidato Alessandro Fagioli che cinque anni fa attaccavano e non appoggiare il candidato Gilli che cinque anni fa proponeva come esempio di buon governo cittadino?

Fratelli d’Italia partito nato dai successori del Movimento Sociale di Almirante, può oggi stare alleato di una Lega per l’indipendenza della Padania che non fa indossare il tricolore al Sindaco e ha limitato ogni qualsiasi forma di bandiera tricolore? De Marco e Credendino appoggiando Fagioli stanno portando Augusto Airoldi a fare il sindaco di Saronno.

Avevamo un nostro candidato sindaco nella persona di un volto noto del passato politico varesino ma certi che oggi il bene della città si fa facendo confluire i voti invitiamo i popolari, liberali, figli della cultura di centro e di centrodestra a votare il candidato Gilli alla carica di Sindaco.

29 Commenti

  1. Bravi a sottolineare “per l’indipendenza della Padanaia” . Come fanno FI e FDI a far finta di nulla … dimenticavo, cadreghino

  2. Forza Italia si è esaurita in identità grazie agli inciuci con Renzi e la vecchiaia di Berlusconi. La Lega sopravvive solo come sentimento generico antieuropeo non certo per ideali secessionisti o federalisti.

  3. Ma chi siete? Non avete nemmeno il coraggio di indicare i vostri nomi!!! Solo un Gilli disperato può accettare i voti dell’ Innominato!

  4. Quindi Gilli – sostenuto da Librandi e Italia Viva – ovvero il partito che permette al governo più di sinistra e populista degli ultimi anni di continuare ad esistere – sarebbe il riferimento naturale del centro destra? E con chi si dovrebbe poi alleare al ballottaggio ? Per forza con il Pd di Airoldi, visto quello che dice del centro destra. I suoi elettori l’hanno capito che poi amministreranno con il Pd di Airoldi se votano Gilli?

    • In realtà la domanda corretta è al ballottaggio con chi andrà la Lega?
      Perché il ballottaggio naturale sarebbe Fagioli contro Airoldi, ma il ballottaggio reale sarà Gilli contro Airoldi.
      Fagioli non lo vuole più nessuno: basta!

  5. Avevamo un nostro candidato sindaco nella persona di un volto noto del passato politico varesino ma certi che oggi il bene della città si fa facendo confluire i voti invitiamo i popolari, liberali, figli della cultura di centro e di centrodestra a votare il candidato Gilli alla carica di Sindaco.

    Una bufala. Saronno popolare quindi non esiste.

  6. Gilli, quello che da sindaco di Forza Italia ora è candidato con Renzi e Bonino?
    Una bella giravolta, fanne un’altra 😊

    • parlate voi di giravolte?
      ti devo ricordare i 25 anni di insulti al sul e all’Italia (siete sempre voi se ti è sfuggito)

  7. La civica che esprime Gilli come sindaco, ha dentro Banfi: direi centro, non certo centrosinistra. I partiti che si affacciano nella lista politica sono liberali, ma dire che Azione o Italia viva siano estremisti mi sembra una barzelletta!
    Sinceramente mi sembra un esperimento politico notevole da cui manca solo Forza Italia.
    Il nome di Gilli è una garanzia.
    Spero avranno un buon risultato.

  8. La storia politica racchiude esperienze che ai più sembrerebbero la normalità ma che in pratica la sopravvenienza di soggetti anonimi ondivaghi non possono essere che configurati tra le liste fantasma (o tali) per rendere la propria partecipazione fantozziana in una campagna elettorale importantissima per la città.

    • Un giornalista che pubblica comunicati anonimi del genere dovrebbe essere radiato dall’albo.

      • Spesso pubblichiamo, noi e tutti i giornali, lettere e commenti di cittadini che chiedono di restare anonimi. Lo stesso è accaduto con altre liste civiche del Saronnese. Del resto lei stesso si sta avvalendo dell’anonimato che, malgrado le critiche, la nostra testata garantisce a chiunque voglia pubblicare il proprio commento.
        Saluti
        Sara

        • Gentile Sara, devo dire che è la prima volta che leggo di una persona anonima che si lamenta di comunicati anonimi. Direttrice non se la prenda l’Italia è piena di gente curiosa, è un po come dice il Crozza, è una Italia delle meraviglie. E visto che siamo in tema mi firmo anche io con un bell’anonimo

      • Beh certo l’anonimo che si lamenta dei commenti anonimi è favoloso.

        A parte il fatto non conoscere nemmeno lontanamente le basi del giornalismo, dimostra sicuramente anche un’altra cosa: essere un sostenitore di questa povera amministrazione toccato nel segno.

  9. Sara non può paragonare i commenti dei cittadini, con le dichiarazioni che riportate voi come notizia di una fantomatica lista civica che come tale, se davvero esistesse, dovrebbe avere dei referenti. Domani le manderò un comunicato chiaramente falso come questo, visto che non esiste questa lista civica , e lei lo pubblicherà? Anch’io lo trovo poco professionale come l’utente che l’ha criticata sopra ma non arrivo a dire che debba essere radiata. Le chiedo solo di riflettere se questo è un modo serio di fare giornalismo.

    • Quando arriva un comunicato contattiamo la persona che l’ha inviato… Tramite mail o telefono… Esattamente come successo per Saronno Popolare… O con altre liste civiche che anche recentemente hanno iniziato la propria attività nel Saronnese. Mi pare evidente che qs insistere sull’anonimato di Saronno Popolare sia legato ai contenuti e non al fatto che si presenti come una civica.

  10. Mi permetto di sostenere anch’io – con nome e cognome come mio solito – che pubblicare commenti politici anonimi in questa forma non e’ corretto nei confronti dei lettori e contrasta con la nostra deontologia professionale. L’ho gia’ detto a Saronno News. Lo dico anche a te. La stampa non si deve prestare a queste cialtronate. Se questi signori escono allo scoperto saro’ lieto di spiegare loro perche’ Forza Italia a differenza di cinque anni fa non puo’ votare l’amico Gilli. Fino ad allora la sedicente lista Saronno Popolare per noi e spero per tutte le forze politiche serie non e’ un interlocutore politico.

    • Non mi sembra di averti visto strapparti le vesti per altri messaggi politici o lettere firmate uscite su ilSaronno senza nome e cognome. Ripeto la redazione ha parlato con chi ha mandato il comunicato come l’abbiamo fatto con quelli di altre liste civiche uscite, oggi e in passato, solo col nome. Il problema di qs critiche (lo sappiamo tutti credo) non è nella civica senza referente (non certo una novità a Saronno) quanto nei contenuti che è facile intuire infastidiscano. Come ho detto ad altri esponenti politici (che me l’han chiesto guarda caso proprio in questi giorni) se qualcuno vuole esprimere la propria opinioni mantenendo l’anonimato (per motivi di opportunità politica o di riservatezza) ilSaronno gli dà la possibilità di farlo. Da sempre. Dal 12 novembre 2012. L’abbiamo fatto per i cittadini che si lamentano, per i dipendenti che volevano far presenti dei problemi ed anche esponenti politici. Se un commento arriva da Anonimo, Mario Rossi o Comitato per i cincillà se è interessante, saronnese e non offensivo noi lo pubblichiamo. Perchè diciamoci la verità in realtà come quella di Saronno non tutti hanno la possibilità di metterci la faccia senza poi pagarne il prezzo (magari anche politico).

  11. Bergamaschi, con me non sprechi la parola “amico”, che ha un nobile significato. D’altronde, Lei è “l’amico” che 5 anni fa, quandi ancora non era concluso lo scrutinio dei voti del primo turno, senza nemmeno dirmi una parola e dopo avermi fin troppo elogiato durante la campagna elettorale, è andato di corsa a mettersi a disposizione dell’attuale sindaco uscente. Allora Lei era il Segretario dei “Popolari”, oggi di Forza Italia: cambiata sigla, resta la palese propensione a correre in soccorso di chi si presume vincitore. Mi auguro che, se vorrà spiegare le Sue ragioni, eviti attentamente di tirare in ballo argomenti di religione o di coscienza, come fatto dai Suoi sodali di FdI: a differenza loro, Lei mi conosce perfettamente, quindi sa come la penso, da sempre e con dimostrazioni concrete sulla mia pelle. Prenda atto, come me, che siamo distinti e distanti; senza problemi, siamo liberi, no? Anche di servire.

  12. e fagioli di chi? dei Saronnesi? ma mi faccia il piacere! solo dei leghisti e del partito!

    • Per onor di cronaca caro Pierluigi cinque anni fa il segretario dei Popolari e capolista era il dottor Beneggi mentre oggi il segretario commissario di Forza Italia e’ l’ing. De Marco. Quindi se hai delle lagnanze rivolgiti a loro. A me sembra di ricordare una riunione tenuta nella sede elettorale in Via Parma dopo il primo turno in cui tu dicesti che personalmente restavi all’opposizione ma che le liste di appoggio potevano fare cio’ che ritenevano liberamente. E cosi fecero sia i Popolari (quelli veri!) che Forza Italia impedendo che Saronno fosse nuovamente governata dalle sinistre. Cosi’ mi auguro farai tu a settembre nella denegata ipotesi di essere escluso dal ballottaggio. Quanto a Sara distinguerei tra i commenti anonimi (non proprio una cosa elegante ma convengo che sia un modo per garantire la liberta’ di opinione) e la pubblicazione di comunicati anonimi. In quest’ultimo caso penso che la stampa diventi non so quanto volontariamente cassa di risonanza di operazioni poco chiare e non come dovrebbe accadere luogo dove si formano le opinioni in uno scambio di idee aperto e trasparente. Altro sarebbe se un “informatore” ti venisse a raccontare dei retroscena e tu li pubblicassi garantendogli l’anonimato. Cio’ non solo e’ legittimo ma e’ il sale della nostra professione. Comunque il bluff di Saronno Popolare durera’ ancora per poco. Entro il 21 si depositano le liste.

      • Se io avessi scritto le stesse cose dicendo che le avevo sapute da un gruppo di anonimi saronnesi andava bene? Quindi il problema non è dire opinioni e pensieri in anonimo ma se a dirle è chi vuole fare una lista civica. Quindi non è un problema di chi dice cosa ma di ricadute elettorali. Il fatto che Saronno Popolare si presenti sola, in coalizione o non si presentino per me, per ilSaronno non cambia il suo diritto di far sapere cosa pensa. Ma, caro Lucio, è evidentemente che il presentarsi o meno sia vincolate per te nel concedergli la stessa possibilità.

        • E’ molto diverso, perchè un conto è riportare notizie anche anonime sotto la tua responsabilità (questo è il mestiere del giornalista) un conto è farsi portavoce di un soggetto politico che annuncia una discesa in campo con tanto di simbolo ma non si palesa. In questo caso o lo ignori (come faccio io) o interloquisci con uno sconosciuto dando involontariamente dignità politica al nulla. Ma ripeto pochi giorni e si scoprirà l’arcano. Un abbraccio.

Comments are closed.