SARONNO – “Il Segretario della Lega Nord Lega Lombarda per l’indipendenza della Padania, Sala Claudio, dalla notoria eleganza verbale e scritta, mi riprende a voce alta per le mie critiche all’amministrazione uscente, argomentando che le mie opinioni tentano di distrarre dalla pochezza del mio programma col ricorso all’uso dell’offesa. Pertanto, mi invita ad iniziare un percorso formativo ed interpreta le mie dichiarazioni come derivanti da rabbia interiore mista ad invidia, inneggiando alla libertà,

Il Sala Claudio è un veggente: conosce a menadito il mio programma e lo trova poca cosa; come possa averlo letto – salvo che per ispirazione via etere – è un mistero, visto che il testo, di oltre 40 pagine e del continuo confronto con i candidati e sostenitori delle mie liste, non è stato ancora né stampato, né pubblicato, ma solo sommariamente ripreso dei miei discorsi.
Quando il Sala lo avrà compulsato diligentemente, allora lo potrà sensatamente criticare; altrimenti, le sue osservazioni premature su ciò che non può conoscere appartengono alla più vieta ed irrazionale denigrazione frutto di inesausto pregiudizio. La logica ha le sue regole…

Quanto alle presunte offese (peraltro nemmeno smentite): il Sala se ne duole, ma mi è maestro in ciò, posto che il portavoce del suo partito definisce latrati le opinioni degli avversari; per chi parte da simili presupposti, qualunque espressione usata dai nemici costituisce un’offesa, un crimine di lesa maestà.

Continui pure a pensarla così, ce ne siamo fatti una ragione; ma non invochi, però, contestualmente il confronto con chi latra: è solo ipocrisia.

Quanto al percorso formativo da iniziare, espressione elegante dietro la quale il Sala mi dà dell’ignorante, mi permetto di ricordargli che certamente è vero che in tutta la vita c’è da imparare e che ci si deve aggiornare; io, come tutti, imparo dalla nascita ed ho un percorso formativo ben delineato dal mio curriculum, che comprende gli studi e le esperienze professionali ed amministrative della mia vita. Provi il Sala a confrontarlo con il suo e soprattutto quello del suo candidato Sindaco; così vedrà chi deve iniziare il percorso formativo (o, più correttamente, è bene
che lo completi).

Se il libro di testo è quello consigliato dal Sala, cioè la relazione di fine mandato, gli assicuro che l’ho letta per bene e che mi sono reso conto di quante parole siano state spese per mascherare il
quasi nulla; completi anche lui il suo percorso formativo andando a rivedere quanto compiuto da me in due amministrazioni, oltre 40 milioni in opere pubbliche realizzate; fatti, non parole.

Da ultimo, apprezzo la preoccupazione del Sala per le mie condizioni interiori, guastate, a suo dire, da rabbia e invidia; stia sereno: se mi accorgessi di avere cotante turbe, mi rivolgerei subito a) laicamente, alle cure di un bravo psicologo; b) cattolicamente, ad un saggio sacerdote per la confessione. Di certo, starei ben alla larga da chi, a totale spropòsito, invoca “Viva la libertà”, sacra parola sulla quale non è lecito scherzare.
Un periodo di riposo feriale, per quanto breve, gioverà al Sala per meglio riflettere; buona vacanza.”

(foto archivio)

09082020

19 Commenti

  1. Lega 2.0 … fake news, offese urla….a saronno poi l’aggiunta “per l’indipendenza della padania” con benestare degli alleati FdI e FI

  2. Ecco come si asfalta un Sala qualsiasi vittima della sua presunzione
    e non solo….

  3. Tante parole , pochi programmi presentati a quasi un mese dalle votazioni e belle giravolte dalla destra alla sinistra con noncuranza

  4. 10 anni di amministrazione: opere pubbliche per 40 milioni.
    trasferimenti statali di circa 10 milioni annui superiori ad oggi, quindi un tesoretto di 100 milioni e ne ha investito 40. non mi pare un grande sforzo.
    lo vedremo quanto sarà bravo ad amministrare con trasferimenti da zero virgola 😊

    • a parte che dovrebbe dimostrare centesimo per centesimo questi 100milioni e non buttare lì njmeri ad effetto, ima lo sa lei che oltre la spesa per investimenti c’è la spesa corrente, che è prevalente? secondo lei tutti i trasferimenti sono vincolati a investimenti???

  5. Signor Sala. Io l’avevo avvertita in qualche modo. Sfidare l ‘ex sindaco Gilli sul terreno della “dialettica” porta inevitabilmente a vincere il Tapiro verde oro. Glielo consegneranno a Settembre.
    Mi permetta. Non se ne abbia a male.
    La libertà non è star sopra un albero…è partecipazione. Si cantava così ai miei tempi. Si in..formi. Con immutata stima.

  6. È uno degli esempi concreti a cui dobbiamo tenere conto quando si andrà a votare. La diatriba tra due personaggi di lunga presenza attiva nel teatro locale politico diventa significativa per poter valutare competenze, capacità, visione futura di una città. Dopo i diversi mandati pubblici espletati dai due, ci si chiede quale dei due può dare di più alla città oltre quello che ha già dato. Elettorato pensaci.

  7. Gilli Gilli, Lega Nord – Lega Lombarda, questo il nome del partito politico, ma Lega Lombarda Salvini per le elezioni comunali… voto zero in eleganza e raffinatezza del preambolo.
    Per il proogramma, qualcosina l’ha svelato qui https://ilsaronno.it/2020/07/21/liste-programmi-loghi-e-il-gilli-point-tutto-svelato-in-diretta/ , certamente nulla di ufficiale, ma ne ha fatto verbo.
    Il confronto richiestole se vuole farlo è sulla relazione di fine mandato della Lega, e qui potrebbe ben confrotarsi ed anche pubblicamente per “rendersi” pregio e giustizia e “prendersi” qualche voto in più che non guasta mai.
    Sala ha parlato di “rabbia interiore mista ad invidia nei confronti di chi ha scelto liberamente e senza imposizioni da parte di nessuno di mettersi in gioco”, che è qualcosa di ben diverso dai strumentali citati LATRATI.
    Bene per gli auguri vacanzieri che anche lei nel discorso del passato giovedi ha menzionato per la sua lista.
    Buone vacanze a lei e la sua compagine,auguri che ovviamente estendo a tutti gli altri partiti in lizza, con la speranza di vedere da settembre prossimo una Saronno migliore!!!

  8. Premetto che non sono un Gillidipendente, ma ho avuto modo di parlarci per poco tempo qualche giorno fa e devo dire che non mi sembrava affatto una persona rabbiosa ne tanto meno rancorosa, e mi stupisce assai ( come lo stesso Gilli scrive ) la fenomenale veggenza del Sala riguardo il programma. Mi permetta Gilli, non si sforzi più di tanto, il Sala si asfalta da solo con le sue mani

    • Premesso che il tutto non è altro che la solita dialettica politica elettorale gettata in pasto all’elettore, lei stesso sta usando nel suo commento la stessa tecnica informativa così sviante quanto inconcludente, rimarcando sul programma non ancora reso noto, saltando tutte gli altri punti di confronto inseriti nella nota leghista . Come stia pur certo che non è lo scambiarsi quattro parole il corretto metro di giudizio…. il mondo è pieno di imbonitori.
      Poi per concludere, non posso notare che la maggior parte dei commenti sia rivolti direttamente a Sala e quasi tutti con la stessa terminologia e contenuto, e non all’analisi della risposta di Gilli, strano comportamento questo… sembrano essere tutti commenti preconfezionati.

  9. Chi non la pensa come Lega “latra”… complimenti!
    Per educazione non vi dico cosa fate voi quando aprite la bocca.

Comments are closed.