SARONNO – Un altro week-end estivo si è concluso: un’occasione di ritrovo per le famiglie e i gruppo di amici nell’area pic-nic del parco Lura. E, ancora una volta, torna il problema del degrado: a dargli voce è Franco Casali, consigliere comunale di [email protected] Su segnalazione di un cittadino, pubblica un video a testimonianza ed esorta l’amministrazione a disporre i vigili per salvaguardare l’area verde più importante di Saronno.

“Rifiuti al Parco del Lura: segno di inciviltà, certamente, ma serve intervenire.
Raccolgo volentieri la segnalazione del Signor Santoro pubblicando il video da lui girato al Parco del Lura: è uno spettacolo veramente desolante vedere tutte queste cartacce e immondizie sparse qua e là, i bidoni strapieni, le bottiglie e i rifiuti abbandonati sui tavoli da picnic. E’ una cosa da incivili, soprattutto per le tante persone che quando vanno in montagna o in campagna eventuali rifiuti se li riportano a casa per smaltirli come si deve.
Questa è l’area verde più importante di Saronno per estensione e regolare frequentazione da parte di famiglie con bambini, adulti, ragazzi e soprattutto dalle persone che non possono permettersi il lusso di una vacanza al mare o ai monti.
Il Signor Santoro propone di vietare con cartelli il bivacco ed effettuare controlli tramite la Polizia Locale che dispone di oltre 40 agenti (e, aggiungo io, magari appioppare qualche multa per abbandono di rifiuti). Faccio presente che il Consorzio Parco Lura provvede periodicamente alla raccolta dei rifiuti, ma questi non sono i normali rifiuti lasciati da famigliole che hanno fatto il loro pcnic nel verde e li hanno riposti negli appositi contenitori. Sono il risultato di festini e bivacchi notturni, per lo più del sabato sera, con carte e rifiuti lasciati ovunque.
Mi chiedo perché l’amministrazione comunale non vigili su quanto accade e provveda ad intervenire comminando sanzioni tramite la Polizia locale, richiedendo, se necessario, anche il supporto dei Carabinieri.
Signor Sindaco, questo è un importante aspetto di decoro e di sicurezza del nostro territorio su cui occorre intervenire subito.”

(foto inviate dai lettori di IlSaronno per testimoniare l’accaduto)

10082020

9 Commenti

  1. Mi spiace ma occorre eliminare l’area picnic e controllare con maggior frequenza.

  2. In campagna elettorale tutti bravi, poi passato il giorno, sorgono impedimenti per colpa di chi ha prececedentemente amministrato, come sempre il solito copione.
    Auguri, sopratutto ai cittadini che sperano.

  3. Problema noto da tempo ma per la Lega se non si possono incolpare gli immigrati di qualcosa il problema non esiste nemmeno.

    Matteotti, Parco Lura… a loro interessa solo la zona della stazione e alla fine non hanno sistemato nemmeno quella visto che gli spacciatori operano indisturbati in via Ferrario e al di là del sottopassaggio.

  4. Se a fare bivacco sono gli extra non si può fare nulla, l’accusa di razzismo blocca tutto.

  5. Casali, è un pezzo che l’area è in questa situazione, arrivi un po tardi no? o sono le elezioni che ti danno la sveglia?

  6. qualche notte fa tra le 22 e le 04 del giorno dopo si è tenuto nel pratone un evento ” musicale” con musica a palla e karaoke veramente schifoso non che vergognoso dal punto di vista esecutivo tale da profanare sia la natura che la musica che “intendeva “interpretare
    posso assicurare l’italianità del conduttore e dei ” cantanti”inoltre dubito seriamente che vengano rilasciati permessi per tali eventi notturni estemporanei che però utilizzano diffusori acustici di elevata potenza sonora
    penso che buona parte degli ” ultimi “rifiuti provenga da li
    la cosa ormai si ripete ciclicamente da anni anche durante le precedenti amministrazioni
    comprese le grigliate festive e prefestive che lasciano mucchi di letame umano che a volte rimangono per parecchio tempo

  7. L’area va eliminata. E’ diventata di dominio delle solite nuvole di sudamericani o simili che trasformano il parco in una porcilaia.

Comments are closed.