COGLIATE – Avevano in casa 15 cani di razza Amstaff, tenuti in condizioni igieniche non consone al benessere degli animali. Questo è ciò che hanno contestato gli operatori di Ats Brianza, accompagnati dai carabinieri forestali e alcuni volontari dell’associazione Enpa, l’ente nazionale per la protezione degli animali, durante un sopralluogo nell’abitazione di un privato cittadino cogliatese.

Erano detenuti, nell’abitazione, 15 cani di razza Amstaff, in uno spazio non idoneo. Si parla di una specie di allevamento irregolare, dove, però, come hanno rilevato gli operatori dell’Unità di Igiene urbana e veterinaria del Dipartimento veterinario di Ats Brianza sul posto, gli animali non subivano violenze ed erano in buone condizioni sanitarie – ma lo stato igienico in cui vivevano non era conforme al loro benessere.

Dodici dei quindici cani verranno affidati e ricoverati al canile rifugio di Limbiate, gestito da Animare Onlus, dove saranno disponibili all’adozione da parte di nuovi proprietari. Sarà, invece, possibile per i proprietari tenere tre cani, conformemente a quanto permette lo spazio a loro disposizione. Essi saranno restituiti sterilizzati, per evitare ulteriori cucciolate.

(foto d’archivio)

13082020