SARONNO / CARONNO PERTUSELLA / TRADATE / LIMBIATE / CESANO MADERNO – Era dal 25 luglio che Saronno non vedeva nuovi contagi sul suo territorio. Ieri, ad interrompere una lunga pausa, il primo contagio, seguito subito da un secondo, rilevato oggi. Saronno passa a 245 casi totali da inizio pandemia.
In quale contesto il virus è tornato a diffondersi a Saronno? I nuovi casi riguardano anziani o giovani? Si tratta dello stesso nucleo famigliare o di persone già in osservazione? Purtroppo da parte delle autorità locali saronnesi non è giunta, da molto tempo, alcuna precisa informazione inerente alla diffusione della pandemia sul territorio.

Buone notizie, invece, per le città di Tradate, Caronno Pertusella, Cesano Maderno e Limbiate – i cui rimangono ancora invariati.

Ecco i dati dei casi di Coronavirus rilevati da inizio pandemia:

Saronno 245 (+1)
Tradate 127
Caronno Pertusella 107
Cesano Maderno: 230
Limbiate 202

Oggi, 97 nuovi casi in Lombardia, di cui 6 a Varese e 3 a Monza-Brianza.


Per informazioni o per le richieste di aiuto riguardo all’emergenza coronavirus.

Numero verde gratuito: in caso di sintomi influenzali o problemi respiratori 800894545. Evitare di utilizzare il numero 112 per non intasare le linee, lasciarlo libero per le emergenze sanitarie.

Informazioni generali: chiamare il 1500, numero di pubblica utilità attivato dal Ministero della Salute o telefonare al proprio medico di medicina generale o al pediatra

(foto d’archivio)

14082020

6 Commenti

  1. Nessuna informazione ufficiale data alla cittadinanza, la salute è un “bene pubblico” e noi come cittadini di Saronno rivendichiamo il diritto di essere informati dal sindaco sullo stato di diffusione del virus.

  2. Chi risponde e chi informa su ospedali e sanità? Mistero. Cade una donna dalla bicicletta in via Ramazzotti, viene portata all’ospedale di Garbagnate e la “colpa” è del sindaco, che “non c’entra proprio”, ma la gente non lo sa, perché queste informazioni non circolano, non c’è niente di chiaro, al punto che o il sindaco (che almeno ha un nome, un cognome e una faccia) o l’ATS, (dove nomi, cognomi e facce vagano in una nebulosa imperscrutabile) possono permettersi di trattare i cittadini senza rispetto alcuno non informandoli nel dettaglio su aspetti importanti della salute pubblica.

  3. E’ incredibile che le innumerevoli richieste trasmesse dai cittadini saronnesi alle autorità comunali relative alla tipologia dei contagiati non siano state considerate per una dovuta risposta!
    Sono ancora fiduciosa: non è mai troppo tardi …

  4. Il nostro sindaco non risponde mai a nessuna domanda. Non lo ha fatto per 5 anni su nessun argomento perché dovrebbe iniziare a farlo adesso????
    E non dimentichiamoci i dipendenti comunali ammalati di Covid lo scorso mese di marzo (quindi persone che lavorano vicino a lui ed a contatto con i cittadini) e lui che faceva finta fosse tutto normale e che non ci fosse nessun problema……

Comments are closed.