SARONNO – In centro con alcuni collaboratori in cerca di chi la sera prima aveva scippato una passante, Luciano Silighini Garagnani è stato avvicinato da alcuni spacciatori che gli hanno proposto di comprare droga e materiale di dubbia provenienza: li ha mandati a quel paese e li ha segnalati ai carabinieri.

E’ l’esponente di Forza Italia che riferisce quanto successo: “L’altra sera con tre miei volontari abbiamo effettuato un controllo nelle vie del centro dalle 21.30 a mezzanotte e mezza. Piazza De Gasperi, piazza La Malfa, via Pozzetto, vicolo del caldo. Abbiamo trovato 6 nordafricani a coppie che ci hanno offerto droga di vario genere. Ci hanno offerto anche loro droga e oggetti di vario genere. Stavamo cercando di identificare chi ha aggredito la signora domenica sera fingendoci acquirenti di un cellulare, oggetto sparito alla signora. Verso le 23 è passata una pattuglia dei carabinieri a cui abbiamo segnalato la situazione e hanno controllato i documenti a una decina di ragazzi che stanziavano in piazza De Gasperi”.

Prosegue Silighini: “Direi che il tema sicurezza cittadino è da rivedere: noi come candidati in campagna elettorale dobbiamo spiegare i molti nuovi progetti che abbiamo perché i cittadini si aspettano decisamente di più dalla prossima giunta e di più dobbiamo dare. Saronno è oggi ancora una città insicura, inutile negarlo. Le forze politiche di ogni schieramento dopo le elezioni devono sedersi intorno a un tavolo e insieme trovare le situazioni migliori per capire le motivazioni che spingono al fenomeno delle gang in città, molto aumentate negli ultimi anni, arginare il disagio sociale vera piaga che spinge spesso alla delinquenza e contrastare in modo più efficace i gesti di microcriminalità singola e organizzata. Da parte mia massimo impegno al confronto e continua collaborazione con le forze dell’ordine come ormai avviene da anni”.

(foto: Luciano Silighini Garagnani)

20082020

17 Commenti

  1. Fare lo sceriffo emulando il cerianese che occupa spesso gli spazi informativi non accredita fiducia e convinzione ma rende l’azione investigativa di improvvisati detective un intralcio a chi è abilitato nelle Forze dell’Ordine a svolgere professionalmente questo difficile compito. Dedicarsi ad altro farebbe bene a tutti.

    • Tu ignori che fa Silighini Con le forze di polizia quindi evita commenti strampalati

    • Parla come mangi. Azione investigativa de che? Più che azione investigativa ci vuole azione di spedizione. Spedire ognuno al proprio paese.

  2. Riassumo per i meno attenti:
    – 2015: Fagioli viene eletto dopo una campagna elettorale che punta tutto sulla sicurezza, Silighini è avversario della Lega
    – 2020: Silighini è candidato nella lista di FI, alleata di Fagioli
    – Oggi: Silighini dice che negli ultimi 5 anni per la sicurezza non è stato fatto tanto e lo dimostra con questa ronda
    – Oggi: Silighini fa campagna elettorale puntando sulla sicurezza
    Quindi dovremmo rivotare Fagioli per migliorare la sicurezza che è stata gestita negli ultimi 5 anni da… Fagioli? Non capisco.

  3. Potevi allargare il giro della passeggiata. In zona stazione pullulano gli spacciatori. Tutti sanno, tutti vedono ma questa feccia sociale agisce indisturbata.

  4. Ma il giorno che uno di questi si prende una coltellata cosa facciamo?

    Andare in giro a fare i giustizieri fai da te va bene nei film, che Silighini dovrebbe conoscere.

    È la politica che dovrebbe occuparsi di queste cose, lavorando con efficacia insieme alle istituzioni e senza vendere miracolosi quanto inutili “pacchetti completi” su un tema che la storia degli ultimi 5 anni ha dimostrato essere molto difficile da gestire anche per la Lega, che nel suo volantino millanta di aver migliorato di molto la situazione.

    Risultato: persone scippate e spaccio tale e quale a prima, magari spostato di 10 metri.

    E se lo dicono da soli, quelli in “coalizione”.

    Chissà poi come faranno a rivendere ai saronnesi che sono stati bravi, mah!

  5. La sicurezza pubblica non dovrebbe dipendere dall’amministrazione comunale.
    Una volta la polizia locale faceva solo un lavoro di vigile per la viabilità, oggi sono come carabinieri e polizia.
    Credo che il compito di rendere sicura una città debba tornare allo stato centrale e non ai vari signor Silighini o Fagioli di turno.

  6. Nel frattempo il Sindaco di Ceriano tra una critica e l’altra è sempre stato sul pezzo senza mai mollare, ad oggi è riuscito a pulire il bosco della DROGA cosa che a Saronno ce la sogniamo, mai visto il Nostro Sindaco di Saronno con stivali a raccogliere le schifezze lasciate da tossici e spacciatori. Saronno troppo fumo e niente arrosto, Ceriano poca spesa massima resa.

  7. naturalmente quegli spacciatori se la saranno fatta sotto per la paura del silighini sceriffo

Comments are closed.