UBOLDO – Referendum per la riduzione del numero dei parlamentari: si tiene a settembre, se ne parla pochino a livello nazionale e praticamente niente in ambito locale, dove sinora non vi è stata alcuna presa di posizione da parte delle forze politiche della zona. A “scuotere l’ambiente” ci prova con un post l’ex sindaco di Uboldo, Lorenzo Guzzetti, osservatore della vicende locali ed italiane. E lo fa con la consueta schiettezza, senza dimenticare la sua vena polemica ed un pizzico di “pepe”, com’è sua consuetudine.

“In molti mi scrivete “ma non dici niente sul referendum?” – esordisce Guzzetti – Dato che non ho alcuna fiducia nei confronti del prossimo sarò breve, veloce e conciso. Inizio campagna elettorale: chi vota sì al referendum sul taglio dei parlamentari sbaglia. Votate no. Occhio che non c’è il quorum quindi bisogna andare a votare. Fine campagna elettorale”.

(foto: Lorenzo Guzzetti, già sindaco di Uboldo. Ha fatto sapere come la pensa sulla vicenda del referendum di settembre)

22082020

6 Commenti

  1. Strano ma Finalmente ha detto una cosa che condivido. Questo referendum è un pericolo
    Per la democrazia

  2. Io voterò NO ma tanto i grillini in massa voteranno SI e vinceranno. Mi sa però siccome la cosa varrà dalla prossima legislatura c è qualche furbata che non ci vogliono dire.

    • Attento che ci fregano, tagliando i parlamentari spenderemo di stipendio, viaggi, auto blu e scorte varie ma c’è sicuramente altro sotto.

  3. Guzzetti, quando ho letto “in molti mi scrivono” mi sono scompisciato dalle risate ( come disse la Vanessa Incontrada in una puntata di Zelig) Me sei sicuro che la gente ha proprio voglia di perdere tempo con te? Non è che hai le traveggole e prendi le bollette dell’enel e dell’acqua potabile per lettere dei tuoi immaginati fans?

Comments are closed.