SARONNO – Cinque aspiranti sindaci, 11 liste e 255 candidati consiglieri comunali sono i numeri delle liste presentate per le elezioni amministrative del 20 e 21 settembre. Ma al di là dei numeri, chi sono gli uomini e le donne che hanno deciso di scendere in campo per chiedere il voto dei saronnesi?
Ecco un rapido excursus con volti noti, ritorni senza trascurare ovviamente gli assenti.

GIUNTA IN CAMPO
Di fatto tutti gli assessori si rimettono in gioco a sostegno di Alessandro Fagioli ma non mancano le novità. Il vicesindaco Pier Angela Vanzulli si candida per la prima volta a Saronno nelle fila della Lega con la collega di Giunta Lucia Castelli (che nell’ultima tornata era come indipendente in Fratelli d’Italia). Per il partito della Meloni che conferma Gianangelo Tosi c’è la new entry dell’assessore all’Ambiente e Sport Gianpietro Guaglianone mentre in Sac resta invariata la squadra Paolo Strano e Dario Lonardoni. Novità in Forza Italia dove scende in campo Maria Assunta Miglino che si è occupata dell’assessorato alla Cultura.

CONSIGLIO COMUNALE
Sono 16 i consiglieri che puntano ad una riconferma l’indipendente Francesco Banfi (Con Saronno), 2 del Pd (Francesco Licata, Ilaria Pagani), 12 della Lega (Claudio Sala, Angelo Veronesi,Davide Borghi, Raffaele Fagioli, Carlo Pescatori, Riccardo Francesco Guzzetti, Anna Maria Sironi, Davide Negri, Luisa Ludovica Garbelli, Giuseppe Mai, Antonio Codega, Ayman Samir Yacoub), Franco Casali ([email protected]).
Grandi assenti di questa tornata elettorale i consiglieri comunali Nicola Gilardoni e Paolo Riva (di cui si era parlato anche come candidati sindaco). Sorprende anche nelle fila di M5s l’assenza del consigliere uscente Davide Vanzulli (che garantisce comunque il proprio sostegno alla lista tanto da essere presente, ad esempio, all’estrazione dell’ordine sulla scheda) e di quella di Simona Papaluca in Forza Italia. Nessuna ricandidatura anche per Alfonso Indelicato.

GLI EX
Sono molti i volti noti che tornano in campo dove oltre ai candidati sindaco – l’ex sindaco Pierluigi Gilli e l’ex presidente del consiglio comunale Augusto Airoldi – c’è anche l’ex primo cittadino Angelo Tettamanzi (Airoldi sindaco).
Nutrita anche la squadra degli ex assessori guidata dall’ex più recente Maria Elena Pellicciotta (delegata all’Urbanistica all’inizio del mandato dell’attuale sindaco Fagioli ora candidata con Fi) ai predecessori ex Annalisa Renoldi, Luciano Cairati e Sergio Giacometti (Italia viva), Roberto Barin (Pd) e Cecilia Cavaterra ([email protected]). Si erano già conquistati un posto in consiglio comunale e tornano a provarci Agostino De Marco (Fi), Simone Galli (Pd), Marco Marazzi (Italia viva), Cesare Cenedese (Con Saronno), Stefano Giusto, Massimiliano D’Urso e Paolo Sala ([email protected]). Candidata anche l’ex consigliere provinciale Rita Romano (Italia viva). Tra le fila di Forza Italia consigliere uscente x Promuovere Origgio e presidente commissione affari istituzionali ad Origgio, Danilo Ceriani

GLI ESTREMI
Classe 1926 per Aurelio Legnani partigiano e candidato di [email protected] l’aspirante consigliere comunale con maggior esperienza mentre la palma del più giovane se la contendono Giorgio Fabrizio Monti (Con Saronno) e Giacomo Paltenghi (Fratelli d’Italia). Non mancano anche le coppie nella vita che hanno deciso di affrontare insieme la sfida elettorale: ai già rodati Anna Maria Sironi e Antonio Codega (Lega) si affiancano Luciano Silighini e Francesca Lagala (Forza Italia) e Luca Longinotti e Alessia Santeramo (M5s).

VOLTI NOTI IN CAMPO
Sono molti i volti noti che hanno deciso di candidarsi. Partiamo da Luca Amadio (Obiettivo Saronno) ex presidente Duc e anche, sempre attiva nel Duc, Silvia Mazzola (Saronno al centro), passando dai due volti di Saronno Servizi Katia Mantovani e Alberto Canciani (entrambi Lega), Demis Guidi presidente dell’istituzione Zerbi (FdI) a cui si aggiunge Angela Codarri ex responsabile ufficio commercio ([email protected]).

Dalla società civile sono Laura Succi, presidente onoraria dell’Unitre (Airoldi sindaco), Tommaso Mascarello fondatore del Moss che tanto ha fatto durante l’emergenza Covid (Obiettivo Saronno), Alessandro Papa (Pd) avvocato che sta seguendo il ricorso al Tar del Comitato Salva via Roma per i bagolari, Andrea Depalo (Lega) ideatore di un’innovativa sedia a rotelle, l’artista dei chiodini Antonio Marciano (Obiettivo Saronno), Gigi Biffi deus ex machina del mercato contadino (Airoldi sindaco) e il fondatore di Accademia 19 Marco Castelli (Lega).

Rappresentato anche l’universo sportivo con il calciatore Lorenzo Puzziferri (Obiettivo Saronno), l’ultras dell’Fbc Saronno Flavio Armanini (Fdi), l’atleta del Running Saronno Marina Ceriani (Fdi), lo storico volto dell’Osa Giulio Lenzi (Sac) e Chiara Volontè (Con Saronno) numero uno del tchoukball in Italia e a Saronno.

Avete notato altri ex che ci sono scappati, altri volti noti che ci sono sfuggiti tra le pieghe delle candidature? O altri grandi assenti? Scriveteceli nei commenti o al 3496068062

Speciale Elezioni 2020- Saronno

(per la foto si ringrazia Edio Bison)

1 commento

  1. Il prossimo consiglio comunale, comunque vada, sarà solo di ex, alcuni recenti altri stagionati ma tutti in politica da almeno 10 anni, di giovani non entrerà nessuno oppure un numero talmente limitato che la politica saronnese dei prossimi 5 anni sarà ad appannaggio dei soliti ( o meno) noti.
    Si accettano scommesse
    tra un mese l’esito

Comments are closed.