SARONNO – Riceviamo e pubblichiamo la nota della Lega in merito alla visita di lunedì 31 agosto di Salvini (qui la diretta de ilSaronno)

Grande successo per la manifestazione di ieri che ha visto il comizio di Matteo Salvini a sostegno di Alessandro Fagioli, sindaco di Saronno. Centinaia di persone sono accorse in Villa Gianetti per accogliere calorosamente Alessandro Fagioli e Matteo Salvini, collaborando con il servizio interno e con le forze dell’ordine nel rispettare le norme di sicurezza anti covid, per la buona riuscita della manifestazione.

SARONNO RITROVO DEI CANDIDATI SINDACO DELLA LEGA
Una grande giornata che ha visto la nostra Saronno essere punto di ritrovo per i vertici del nostro partito e per i tanti candidati sindaco della Lega che dovranno affrontare l’imminente tornata elettorale, come per tanti compagni di avventura del centrodestra saronnese e provinciale.
Il deputato Matteo Bianchi dal palco ha dichiarato: “Saronno è la città più popolosa che va al voto in questa tornata elettorale nel Varesotto, non è un caso che siamo tutti qua ad aprire la campagna elettorale. La Lega da sempre punta sul contatto con la gente, sui Comuni. Io stesso ho fatto il sindaco, un passaggio fondamentale per formarsi. Onore a chi si mette in gioco”. Tutto questo è stato possibile grazie al lavoro encomiabile che Alessandro Fagioli ha fatto per la nostra amata città, un impegno fruttuoso riconosciuto dai più nonostante le maldicenze di pochi a cui è rimasto solo il livore come arma elettorale.

I COMPLIMENTI DI FONTANA
Infatti Attilio Fontana, presidente di regione Lombardia ha dichiarato dal palco: “Facciamo i complimenti a Fagioli, ha fatto un lavoro difficile, solo chi ha gli attributi può e sa farlo. Fagioli deve finire il suo lavoro con un secondo mandato”.

SALVINI PLAUSO A FAGIOLI, STOCCATA A LIBRANDI
Lo stesso Matteo Salvini ha ringraziato Alessandro Fagioli, cogliendo il successo nell’obiettivo nevralgico che cinque anni fa ci eravamo dati come Lega al governo cittadino: la sicurezza. “Ringrazio il sindaco, l’amministrazione e la comunità di Saronno, perché dal primo giorno della sua elezione, Alessandro ha combattuto per riportare sicurezza in questa splendida città” e continua “Squadra che vince non si cambia”. Il nostro capitano non ha perso l’occasione per strappare qualche sorriso nel commentare una celebrità politica Saronnese, anch’ella impegnata nel sostegno di un candidato sindaco, che non perde occasione di ricalcare le orme comunicative del più celebre personaggio: “Uno che difende tutte le cause, dalla legge Fornero all’immigrazione clandestina, pur di dar contro alla Lega è simpatico – sorride Salvini – Quando ero giovane c’era il Drive-In con Beruschi , adesso c’è Librandi”.

SALVINI: “A SARONNO SI RIVINCE E POI CI RIPRENDIAMO VARESE”
“Se voi ci date una mano, anche il voto di Saronno è importante per potare avanti una battaglia di civiltà – insiste Salvini nel contestualizzare la campagna elettorale cittadina all’interno del quadro nazionale, e non perde occasione di ribadire l’anima della Lega, ricordando ai presenti che – siamo una forza nata sui valori dell’autonomia, dell’identità, della bellezza e del rispetto dei territori” e per dipanare ogni chiacchera legata alle papabili future candidature per il sindaco di Varese, chiosa “Non sarà uno di Milano a scegliere il candidato sindaco di Varese, ma saranno i cittadini e i militanti di Varese a sceglierlo – e chiude l’argomento – Qui a Saronno si rivince, poi ci riprendiamo Varese, ridando alla città giardino un sindaco come si deve”.

IMMIGRAZIONE
In chiusura ricorda l’annosa questione dell’immigrazione clandestina e le furbizie dell’attuale ministro degli Interni, la quale dice Salvini “sta preparando un’indicazione a tutte le prefetture italiane: non fare nulla fino al 20 settembre, dato che si vota in 7 regioni. Dal 22 settembre redistribuire i quasi 20.000 immigrati che sono sbarcati quest’anno, comune per comune, in tutta Italia. E’ per questo che scegliere il sindaco giusto fa la differenza, perché quando da Roma arriverà la telefonata, io voglio a Saronno un sindaco che dica ancora ”No grazie! Per i clandestini a Saronno spazio non ce n’è”.

(foto di Edio Bison)

01092020

21 Commenti

  1. da come hanno fatto venire una truppa di “famosi” direi che il sindaco trema parecchio.
    Chi è venuto a farsi selfie e passerella pensa di essere al grande fratello?
    Il sindaco nel peggior periodo del covid è sparito silente, questa è una amministrazione prona agli interessi della Regione piu’ che dei saronnesi

    • Ti accontenti di poco, magari dovevi chiedergli come mai il nostro ospedale lo hanno ridotto cosi male negli anni.
      #primailnostrospedale

      Non dite sempre cosi?

  2. Pessimo esempio di iprocrisia politica. Nulla è condivisibile e fare certe dichiarazioni significa non sapere nulla di quanto è successo a Saronno negli ultimi cinque anni.
    Quando la FINIREMO di fare i tifosi? La politica non è il calcio, serve votare per buoni amministratori. Gli attuali hanno avuto cinque anni e il risultato finale sfido chiunque a non dire che sia stato deludente.

  3. Il signor Fagioli è molto preoccupato ha avuto i complimenti dal signor Fontana ….
    Paolo Enrico Colombo

  4. Ma come mai hanno perso Varese? Chiedere a Fontana……..
    Comunque da queste pagine non mi sembra che Fagioli abbia governato bene, molti proponevano il “fenomeno” Dante.

  5. In tanti vi ringrazieranno per come la regione, da voi guidata, ha fatto andare in malora il nostro ospedale!
    Avete pure il coraggio di dire che soldi che dovevano essere spesi nel 2011 (stanziati allora) sono oggi un nuovo investimento!

  6. Potete portare anche il Papa, ma i cittadini sanno quanto ha combinato il sindaco perciò le bugie hanno le gambe corte.
    Ci vediamo alle urne!

  7. Molti hanno percepito più sicurezza nelle strade… Mi chiedo ma avete visto qualcuno di notte in zona stazione e vie limitrofe ?

  8. Beh dai sulla parte finale si è detta una verità “A SARONNO NON C’È SPAZIO” è assolutamente vero hanno costruito dovunque e si è dato slancio al commercio con la realizzazione di supermercati 😂

  9. Salvini parla solo di immigrazione e governo.
    Siamo a Saronno, a noi interessa Saronno e vogliamo un sindaco che pensi a Saronno, non a non far niente per 5 anni e poi ripulire i posti solo per i comizi del suo capo!
    È uno schifo! Fagioli dimettiti ancora prima delle votazioni!

    #PrimaIlSalvini

  10. “ Tutto questo è stato possibile grazie al lavoro encomiabile che Alessandro Fagioli ha fatto per la nostra amata città, un impegno fruttuoso riconosciuto dai più nonostante le maldicenze di pochi a cui è rimasto solo il livore come arma elettorale.”

    Ma dove??? Che Saronno hanno visto???
    Il lavoro di ripulire una villa e 4 vie per Salvini?
    Ma è una barzelletta?!?!

    Solo propaganda, è uno schifo!

  11. Raccapricciante il messaggio che la lega in tutta la sua espressione politica lombarda ha voluto dare alla cittadinanza di Saronno. Una serie di fandonie e balle astronomiche raccontate dal turista per professione con la solita foga tribunizia che dura solo il tempo di un comizio amplificato abilmente sui temi nazionali per fare presa sul popolino dei selfie ma concretamente asfittico e sterile nel trattare i problemi che Saronno vive in tempo reale ma che ha vissuto in questi cinque anni governata da improvvisati ed inadeguati amministratori pubblici. Presentarsi all’appuntamento con ritardo è mancanza di rispetto per i propri seguaci e per tutti i cittadini di Saronno interessati che speravano di ascoltare un costruttivo messaggio. Delusione completa e sostegno controproducente per un candidato sindaco di cui Saronno può fare a meno in futuro.

  12. Perché qui non c’è il solito commento sul solito leghista paesano nostrano che chiede da dove provengono i soldi per finanziare la campagna elettorale di Fagioli?

  13. Sono passato davanti a villa Gianetti tre volte l’altro giorno: una c’era “50 Special” dei Lunapop, un’altra una donna che strillava cose contro il governo, l’ultima uno che diceva che regione Lombardia non ha colpe.

    Questa la proposta politica.

    Poi arriva Salvini che ti parla di clandestini, Europa cattiva, di Covid che non esiste.

    E poi molto serenenamente, tra un selfie con il rosario e un altro, insieme ai suoi sodali Gallera e Fontana CHIUDE L’OSPEDALE DI SARONNO.

    Questa è la Lega, oggi.
    Lumbard tas.

  14. Era pieno di gente non di saronno ma dei paesi vicini che non votano qui e idirigenti della lega lo sanno io aspetterei a cantare vittoria

Comments are closed.