Home Speciale Elezioni 2020 Ospedale, Longinotti a Obiettivo Saronno: “Letta nostra petizione prima di indignarvi?”

Ospedale, Longinotti a Obiettivo Saronno: “Letta nostra petizione prima di indignarvi?”

371
5

SARONNO – “Anche la politica ha i suoi remigini”. Si introduce così la nota del candidato sindaco del M5S Luca Longinotti, dopo aver appreso “l’indignazione “ del gruppo Obiettivo Saronno, promotore di una raccolta firme a sostegno dell’ospedale di Saronno.

“Quella che poteva sembrare una banale frecciatina da campagna elettorale dilettantistica, assume inevitabilmente un significato più ampio dal momento che vengono tirate in ballo situazioni di rilevante importanza su antiche problematiche irrisolte, e mi riferisco al nostro ospedale saronnese“.

Queste le parole del candidato pentastellato che non si ferma qui e affonda: “Ci abbiamo pensato un po’ prima di intervenire nella discussione che i nostri avversari politici hanno lanciato a mezzo stampa riguardo una seconda raccolta firme a sostegno del nosocomio di Saronno. Non sapevamo se considerare l’attacco solo il risultato di scarsa esperienza di chi per la prima volta si approccia alla politica non conoscendone ancora bene le dinamiche, o magari un reale risentimento che a questo punto meriterebbe anche una giusta spiegazione. Il gruppo in questione ha pensato bene… anzi direi male… di reputare “vergognosa” una seconda raccolta firme lanciata sul web (promossa dal M5S perché è chiaro che è di noi che si parla nel loro comunicato, anche se non citati direttamente) in quanto non avendo aderito alla loro… indebitamente ce ne saremmo creata una nostra a fini puramente propagandistici in vista del voto.

Il fatto poi – incalza Longinotti – che la nostra decisione sia nata da una legittima richiesta del Comitato per l’ospedale in un appello rivolto a tutti, pare abbia indispettito maggiormente la candidata di Obiettivo Saronno che imputa allo stesso una sorta di “immobilità” storica sul tema oggetto di polemica.

Vengo al dunque rivolgendo una semplice domanda ai nostri avversari in questione: ‘prima di lanciare una qualsiasi accusa con tanto di indignazione avete provato a leggere il contenuto della nostra petizione? Avrete notato essere lo stesso identico vostro contenuto con lo stesso obiettivo? Bene, se lo avete fatto avrete anche notato che la nostra raccolta firme non ha logo di appartenenza politica, nè intestazioni che riportino ad una qualunque forma di strumentalizzazione elettorale, in questo si differenzia moltissimo dalla raccolta indetta da Obiettivo Saronno, con tanto di logo di partito e grafica riconducibile alla campagna elettorale in atto. Forse sarà per questo che non tutti hanno pensato di firmarla? Io una domanda me la porrei”.

E qui chiosa il candidato sindaco del M5S Luca Longinotti “La politica non è un gioco da ragazzi, si fa con la testa ma anche con il cuore, aspettiamo che poi ci confronteremo meglio in futuro, ad armi pari. Con simpatia sicuramente e senza rancore perché non è costume del Movimento attaccare sterilmente un avversario pur di avere un più ampio margine di visibilità, noi preferiamo puntare sui contenuti del nostro programma, agile e innovativo, parleranno loro per noi”.

(foto archivio)

01092020

5 Commenti

  1. Non conosco le motivazioni e i retroscena dell iniziativa ma comunque uscire ora con una seconda lista – a prescindere se con logo politico o no – mi sembra sia stata una infingarda E alquanto Inutile mossa, se non Altro per la dispersione delle firme!

    • Io la penso diversamente , se uno vuole fare una qualsiasi campagna aperta a tutti non dev’esserci nessun logo politico

    • assolutamente d’accordo….e poi quantomeno occorre informarsi prima di dare fare determinate affermazioni agli organi di stampa. La raccolta firme promossa da Obiettivo Saronno su indicazione delle ostetriche dell’Ospedale è libera da logo di appartenenza politica. Questa uscita mi sa molto più politica di quanto viene affermato….ed è solo un male per coloro che davvero vogliono che l’Ospedale torni ad essere quello di una volta.

  2. Se la prima raccolta firme era inutile, resta inutile anche la seconda.
    Se la prima raccolta firme va bene, va bene anche la seconda.
    Se la prima raccolta firme aveva scopo unicamente propagandistico, allora capisco che a qualcuno non vada bene la seconda. Almeno implicitamente lo ammette.

  3. Geniale attivare una seconda raccolta firme…
    Comunque nemmeno quella di OS aveva logo di appartenenza.

Comments are closed.