SARONNO – “Ecco qui il programma integrale mio e delle due liste che mi sostengono. Elaborato insieme, con il contributo qualificato di tutti”.

Così il candidato sindaco Pierluigi Gilli presenta su Facebook il proprio programma.

“Si tratta di un programma aperto, come deve essere, pronto, cioè, ad essere continuamente aggiornato e adattato alle esigenze che di dovessero manifestare. Prego darvi lettura, grazie. Si potrà così vedere quanto “comunista” esso sia. Già, perché i nervosetti della destra ultrasovranista, con il supporto zerbinale di qualche relitto sottomesso, si divertono a darmi del neoconvertito comunista. Molto divertente… Evidentemente gli entusiasti seguaci del comunista padano che ieri ci ha onorato della sua finissima presenza sono nella confusione più profonda, non distinguono più una mano dall’altra, non capiscono che esiste anche il centro, di persone modeste e non urlanti. A me, a noi, piace misurarci sulle cose: l’ideologia, in un Comune, ha trascurabile rilevanza. Ci si distingue sui fatti. Noi preferiamo il fare. Altri, che hanno dimostrato la loro lontanza appunto dal fare, preferiscono fare mischia pseudoideologica per mascherare la realtà. Quali siano le mie radici culturali è ben noto. Su quelle di altri… è meglio non indagare… Grazie a chi leggerà il nostro programma!”.

7 Commenti

  1. Per l’attuale maggioranza semplice, porteranno pari pari quello del 2015 visto che è rimasto solo sulla carta….. chiaramente per colpa dellopposizione, del governo (quando non c’erano loro), dell’Europa…..

  2. È vero! Esistono anche PERSONE MODERATE E NON URLANTI, che fanno parte del CENTRO MODERATO!
    L’estremista concepisce solo l’estremismo, non cosciente del fatto che più la persona cresce… più dovrebbe moderarsi.
    È pure vero che “l’ideologia, in un Comune, ha trascurabile rilevanza”…sistemare le buche è attività apolitica!
    Infine, colorita l’espressione: “…con il supporto zerbinale di qualche relitto sottomesso…”. Nessuna meraviglia: a ciascuno il proprio ruolo!

    • I fatti li doveva fare chi ha amministrato 5 anni.
      Invece li ho letto solo parole, come quelle sulla sicurezza e tante altre sparate 5 anni fa.
      Mai visti i fatti.
      Vero Fagioli?

  3. Preambolo: Dai commenti all’articolo mirato.
    Nonostante l’epoca dei social abbia il sopravvento sulla e ora démodé classica campagna elettorale del vis a vis, plausibilmente il numero di letture ed i like ottenuti sul “sito ufficiale” non raggiungono le aspettative come forse anche il seguito “globale” non è dei più brillanti. A prescindere i numerosi quanto sciatti aggettivi propinati alla controparte e l’attacco politico di pari contenuto e livello, almeno il link di FB come aveva fatto nei commenti poteva in servirlo nella nota!
    Son i particolari che fanno la differenza ed è così che “Ci si distingue sui fatti”

Comments are closed.