Home Speciale Elezioni 2020 Renzi sul palco del Pasta con Gilli: diretta

Renzi sul palco del Pasta con Gilli: diretta

1849
10

SARONNO – Questa sera alle 21 al teatro Pasta e in diretta sul maxischermo allestito nel giardino di casa Morandi Matteo Renzi e Pierluigi Gilli, candidato sindaco per la lista civica “Con Saronno – Gilli sindaco” e la lista politica “Azione, Italia Viva, +Europa, Unione Italiana”, moderati da Paolo Del Debbio, parleranno del ritorno alla normalità dopo il covid.

Ecco qui la diretta di Giulia Ariti e Francesca Matteu

«Dopo la peste, il Rinascimento. Cosa ci aspetta dopo il coronavirus? La stagione che si apre è carica di problemi, ma offre una formidabile opportunità all’Italia» la domanda e la risposta che descrivono
“La mossa del cavallo” (Marsilio, 2020), il libro di Matteo Renzi, senatore e leader di Italia Viva, già più giovane premier della storia d’Italia, in cui viene tracciato ciò che Renzi vede come ricetta per “tornare alla normalità”. Una nuova normalità che passerà da un’Europa dei popoli, non dei burocrati; da lavoro e innovazione; da una riforma della giustizia e dello Stato; da un’istruzione e una sanità completamente ripensate nel loro impianto.

Alla politica occorre avere il coraggio di scelte per rivendicare un futuro modellato su contenuti -e non pregiudizi- discutendo così di idee e progetti. Per la ripartenza -dell’Italia come di Saronno- è necessario un patto tra le generazioni che non disperda le energie e disegni un programma concreto e pragmatico.

10 Commenti

      • Forza Italia e Berlusconi non esistono più qui a Saronno.

        Solo una stampella che ha rinnegato ogni minimo principio degli inizi per sostenere un partito antieuropeista populista conservatore e con risultati 0 come la Lega a Saronno.

        La convenienza è tutta li. Che schifo.

  1. Fatevi curare bene, decidere una volta per tutte dove stare. Voi senza Berlusconi non eravate nulla.. Forse vi siete dimenticati quello che avevate detto e fatto. Ora dite il contrario ben sapendo che nel passato siete stati voi a fare quello che oggi criticate. Come si fa avotarvi, quale credibilita’ avete, non capite che nel 2020 forse il popolo ha capito qualcosa. Sono certo che diminuira’ancora di piu’ la partecipazione al voto, sia a destra che a sinistra state dicendo tutti le stesse cose che mai farete perche’ tuttinon avete una squadra vincente ed attrezzata di esperienze gestionali comunali. Ogni lista ha al massimo un candidato mediamente esperto, alcune liste addirittura nessuno. Vincerà per il rotto della cuffia chi ha avuto la fortuna di elettori che hanno fatto la scelta di stare a casa. Ottimo lavoro della Signora Sara Giudici, ha dimostrato di saper lavorare con un impegno costante in questo periodo elettorale. Ha posto eventi anche ridicoli per giustizia di comunicazione, questo per svegliare e far capire a chi potremmo andare in mano. Al peggio non c’e’ fine, perciò siamo chiamati ad un impegno molto gravoso, votare, ma votare chi? Forse il silenzi di Fagioli sono da ammirare, la raccolta delle firme per l’ospedale poi che fine faranno se la lista promotrice non vincera’? Per esperienze vissute, dopo le elezioni, i perdenti svaniscono nel nulla, la parole dette, le promesse saranno solo un sogno durato qualche settimana. Saronno ha bisogno di veri progetti proiettati al futuro, bisognerebbe vedere programmi che risolvano i problemi immediati, non si può solo vivere di demagogia e qualunquismo.

  2. Da sindaco di Firenze a PDC e segretario PD nel giro di pochi anni solo per la sua bella parlantina? Con che coraggio dice che la politica è bella?

Comments are closed.