Home Città Silighini su Renzi a Saronno: “Fanno più rumore le assenze che le...

Silighini su Renzi a Saronno: “Fanno più rumore le assenze che le presenze”

1160
20

SARONNO – “Ho ascoltato molto volentieri Matteo Renzi al teatro Giuditta Pasta di via I maggio, l’altra sera, durante la presentazione del suo libro. I richiami al cattolicesimo impegnato in politica, all’idea di una grande Europa unita nel rispetto delle nostre tradizioni nazionali ma contro il sovranismo isolantista che ad esempio viene predicato in Austria da Kurz, l’ispirazione liberale, sono gli stessi temi che aveva e ha fin dalla sua nascita lo statuto di Forza Italia” dichiara Luciano Silighini di Forza Italia, presente in prima fila con la moglie Francesca La Gala mercoledì scorso.

Prosegue Silighini: “Mi è sembrato doveroso andare ad ascoltare una personalità di rilievo della politica italiana venuta in città tra l’altro per presentare il suo libro che ho letto tutto d’un fiato. Renzi è stato il presidente del Consiglio dei Ministri, sinceramente mi aspettavo di vedere le istituzioni a teatro. Io credo che la meraviglia non sia stata la mia presenza ma le assenze,che ultimamente fanno più rumore”. Continua Silighini: “Nel momento storico che stiamo vivendo l’ascoltarci,il tendere la mano e vedere cosa ci accomuna è doveroso e più utile che vedere cosa ci divide. Dobbiamo ricostruire una grande casa moderata in Italia, dalle radici delle singole esperienze si deve far germogliare un bel fiore per rendere la nostra Italia un paese diverso. Il grande centro di De Gasperi che in Europa si chiama Partito Popolare Europeo è sempre stata la casa comune delle forze popolari, cattoliche, liberali, europeiste ed è lì che dal novembre 1993 ho sempre trovato Forza Italia ed è lì che dovrà sempre stare sopratutto in questo periodo di transizione interna al partito”. Conclude Silighini: “La cornice del teatro è sempre incantevole, mi auguro che le storiche associazioni saronnesi possano averlo presto e spesso in uso visto che rappresenta una sorta di casa storica dell’arte e della cultura. Ringrazio l’amico Gianfranco Librandi per la bella serata che ha organizzato, conclusa con una cena in un clima amichevole, familiare, all’insegna dell’ascoltarsi e del confrontarsi”.

11092020

20 Commenti

  1. ma questo signore sta con fagioli o con gilli? non si capisce come mai è sempre presente a tutti gli eventi di gilli e contesta sempre fagioli. vallo a capire. sdoppiamento della personalità

  2. Silighini ha riassunto in un pensiero dal tratto romantico ciò che deve animare la politica. Non credo che un vero forzaitaliano (come si chiamano orika gli esponenti di forza italia) possa votare fagioli e la lega. Forza italia ha la sua naturale evoluzione nella cosa bianca di Renzi e Calenda che a saronno si chiama Gilli. Silighini non è un novellino della politica sa che il futuro è adesso

  3. Il cabaret non può governare Saronno. Amministrare una città non è un colpo di teatro, ne una fiction, ne un cortometraggio. Saronno ha bisogno di persone competenti e serie e non di salta fossi e opportunisti, egocentristi della visibilità.

  4. Il coraggio è quello che ci vuole per alzarsi e parlare; il coraggio è anche quello che ci vuole per sedersi ed ascoltare (Churchill). Parlare è un bisogno. Ascoltare è un’arte. Anna

  5. Il coraggio è quello che ci vuole per alzarsi e parlare ; il coraggio è anche quello che ci vuole per sedersi ed ascoltare. (Churchill) Parlare è un bisogno. Ascoltare è un’arte.

  6. .Spero sia chiaro che non si tratta di destra o sinistra,qui si presenta il partito unico dei padroni e vincono solo loro,non c’è gara o tenzone. Auguri,a me piace il blues .

  7. Ripeto il mio commento, perché non è stato pubblicato.. “Il coraggio è quello che ci vuole per alzarsi e parlare ; il coraggio è anche quello che ci vuole per sedersi ed ascoltare.(sir Winston Churchill) Parlare è un bisogno. Ascoltare è un’arte. (Goethe)

  8. Teoria del voto disgiunto. Selfie senza mascherina. Abbracci. Insomma. Un artista tutto tondo. Un po’ stra… Vagante

  9. Forse gli altri rappresentanti istituzionali e di altri partiti non c’erano perchè non era solo la presentazione di un libro ma un evento di campagna elettorale a favore della coalizione Gilli. Un po’ come le raccolte firme per l’ospedale.
    Ma per capirlo si dovrebbe essere un Politico.

  10. Ma come! Eravate sempre insieme a farvi i selfie lei e l’assessore Miglino, esperti in apparizioni e chiacchiere (e pugnalate alle spalle) classico modus operandi di forza italia.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.