COMO – “In data 17 settembre 2020 è pervenuta ad Ats Insubria (il cui territorio di competenza riguarda anche Saronno) una segnalazione di un caso Covid positivo in un ragazzo di 16 anni residente nel comasco e che frequenta un liceo di Como. Il tampone è stato eseguito in data 16 settembre con referto di esito positivo appunto pervenuto in data 16 Settembre; il ragazzo è asintomatico”. Lo comunica la stessa Ats.

Ats ha attivato immediatamente l’inchiesta epidemiologica tramite la scuola, come da protocollo. Sono considerati, in questo caso, contatti stretti i compagni di classe (26 in totale) che sono stati individuati dagli operatori di Ats per l’avvio dell’isolamento fiduciario che durerà per 14 giorni dopo l’ultimo contatto scolastico con il compagno positivo (avvenuto il giorno 15). Durante tale periodo gli studenti saranno inoltre sottoposti a tampone e solo se lo stesso avrà esito negativo potranno riprendere la frequenza della collettività scolastica. La positività è emersa a seguito di inchiesta epidemiologica avviata su un piccolo cluster amicale di ragazzi positivi non frequentanti alcuna comunità scolastica.

Come da protocolli, i docenti, fatte salve specifiche situazioni di rischio individuale, non sono considerati contatti stretti se hanno operato con mascherina chirurgica e osservanza del distanziamento fisico. Pertanto gli stessi potranno continuare la loro attività lavorativa. Al referente covid della scuola è stato raccomandato di attivare la sanificazione dell’aula interessata e degli spazi comuni frequentati dal caso. L’inchiesta prosegue per tracciare altri contatti extrascolastici del caso e adottare le conseguenti misure di sanità pubblica. E’ stata altresì attivata la sorveglianza sanitaria sull’intera comunità tramite i medici di base e i pediatri di famiglia del territorio.

18092020