SARONNO / ROVELLO PORRO – Considerati una vera piaga nell’alto comasco e nel varesotto, dove anche di recente hanno distrutto coltivazioni e causato incidenti, i cinghiali sono per la prima volta arrivati alle porte di Saronno. Sono stati infatti avvistati addirittura in pieno giorno, ieri mattina. Anzi, per la precisione è stato visto un unico, grosso esemplare, anche se è improbabile che fosse solo.

Lo hanno notato alcuni residenti nella zona di via Carducci a Rovello Porro, c’è chi lo ha visto passeggiare nei campi vicini dalla finestra di casa: via Carducci è una strada periferica che costituisce un rettilineo per un tratto parallelo alla ferrovia, alle spalle di molte abitazioni ci sono i terreni agricoli, ci si trova davvero a poca distanza, un paio di chilometri, dal confine con Saronno, non lontano da viale Prealpi.

Sul posto l‘intervento della polizia provinciale, che ha eseguito un sopralluogo ma al di là di alcune tratte, il mammifero non è stato individuato: di grosse dimensioni e non molto mansueto, non va avvicinato e la giusta attenzione la deve porre anche chi percorre, soprattutto con il buio, le strade della zona.

19092020

5 Commenti

  1. Portato sicuramente da qualche “cacciatore” .. non si accontentano più dei fagiani…

Comments are closed.