Home Primo piano Italia viva, Azione, Più Europa e Unione Italiana risultato finale, analisi e...

Italia viva, Azione, Più Europa e Unione Italiana risultato finale, analisi e tutte le preferenze

1488
4

SARONNO – L’esperimento politico che per la prima volta in Italia ha messo insieme il partito di Renzi, quello di Calenda con più Europa e la compagine di Librandi è arrivato al 2.86% con 519 voti.

Il più votato della lista è stato Anna Lisa Renoldi (62), seguito da Silvio Barosso (40) e Marco Caronni (37)

Candidato sindaco
Pierluigi Gilli
in coalizione con
Con Saronno
 
Candidatovoti
Silvio Barosso40
Deborah Basileo5
Gabriele Busnelli10
Luciano Cairati17
Andrea Carli5
Marco Caronni37
Vincenzo Garaglia4
Annalaura Giannelli1
Danilo Gusella1
Ambrogio Mantegazza19
Marco Marazzi23
Alessandra Caterina Masini13
Francesco Muscolino0
Riccardo Onida2
Fabio Pagani9
Paola Proverbio14
Anna Lisa Renoldi62
Francesco Ricca26
Roberta Ricco7
Rita Romano3
Davide Rossin20
Laura Sali9
Augusto Zamagna12
Tatiana Zanco4

Come è stata la campagna elettorale?
Al centro del fuoco incrociato il sindaco uscente Alessandro Fagioli sostenuto dalla sua Lega con gli alleati di sempre Fratelli d’Italia (rafforzata dall’alleanza con Domà nunch), Forza Italia e Saronno al centro. I maldipancia ed i colpi di scena non sono mancati prima e dopo la presentazione delle liste tanto da costringere il centrodestra a rimarcare più volta la volontà di correre unito. Il primo candidato che è stato protagonista di un’intensa campagna elettorale pur nel rispetto delle normative anti covid. Augusto Airoldi, l’ex presidente del consiglio comunale, è sostenuto dal Pd dalla storica lista civica [email protected] che schiera tra gli altri il 94enne partigiano Aurelio Legnani (decano dei candidati) e la nuovissima Airoldi sindaco. Airoldi è stato il più attivo dei candidati con decine di eventi in piazza e nei quartieri con un intenso tour iniziato a luglio. Sorpresa della campagna elettorale la candidatura di Pierluigi Gilli, ex sindaco per due mandati, che punta probabilmente anche su un effetto amarcord per i tempi d’oro della città. A sostenerlo un autentico laboratorio politico ossia la coalizione Italia Viva, Azione! e Più Europa con la civica Con Saronno guidata dal consigliere comunale uscente Francesco Banfi. Corsa solitaria per il Movimento 5 stelle che schiera il determinato Luca Longinotti con una squadra di candidati che punta sui giovani a partire da Valeria Checchi e Luca Mantegazza. Alla mano e spigliato Longinotti è il più giovane dei candidati in corsa con una grande attenzione per l’ambiente. La lista civica indipendente Obiettivo Saronno vera incognita di questa campagna elettorale presenza Novella Ciceroni insegnante unica candidata donna sostenuta da una lista decisamente giovane ed affiatata. Tra le sfide e i temi di Obiettivo Saronno la petizione del rilanciare l’ospedale di Saronno tema su cui, con la scuole e le aree dismesse, si è giocata gran parte della campagna elettorale.

4 Commenti

  1. La cosa veramente sconcertante è che 500 persone li hanno votati… c’è chi ama farsi del male.

Comments are closed.