SARONNO – “Ho deciso di vivere la campagna elettorale come un’esperienza formativa ed è stato veramente così: finchè non la provi in prima persona non riesci a percepire l’emozione che la accompagna.
Devo ringraziare tantissimo il Popolo della Famiglia (con Dario Ceriani di Saronno ed Andrea Brenna, segretario nazionale del Popolo della Famiglia), che mi ha scelto come volto femminile per la sua campagna elettorale, all’interno dello schieramento di Saronno al Centro: non mi hanno mai fatto mancare il sostegno e la fiducia. Ovviamente sono grata a Sac per aver condiviso questa avventura e avermi trasmesso l’esperienza dei suoi militanti”.

Sono le parole di Silvia Mazzola, giovane mamma saronnese, che traccia un bilancio della sua campagna elettorale.

“Mi accosto alla politica da poco, quindi nel mio piccolo mi ritengo molto soddisfatta del mio risultato personale: oltre alla situazione post covid, che esisteva per tutti, sono stata ferma per ragioni splendide, cioè la gravidanza, il parto, lo svezzamento di due gemelle, non è stato semplice. Il mio quindi è un buon punto da cui partire per il futuro.

Nonostante sia “principiante” sono orgogliosa di essere, per preferenze, la terza donna del centrodestra (dietro a due nomi importanti, quelli di Mariassunta Miglino e Pierangela Vanzulli); è con un po’ di commozione che ringrazio chi ha scritto il mio nome, chi ho incontrato, chi mi ha conosciuto anche per breve tempo e ha avuto una buona impressione di me.

Ho lavorato dietro alle quinte in questi anni con Arcadia e altre associazioni: insieme ai miei amici, soprattutto per merito di Giuseppe Anselmo, grande attivista nel territorio, abbiamo realizzato bei progetti di beneficenza o culturali (su tutti l’annuale torneo di calcio) e vogliamo svilupparne molti altri.

Magnifica è stata l’esperienza con il Duc: mi sono affezionata maggiormente alla mia città, ai negozianti, a chi ho conosciuto negli uffici comunali. Ho ascoltato le varie esigenze e sono scattate in me alcune idee, tra cui la necessità di un eventuale ufficio bandi per il Comune, diventata punto del programma anche di altre liste.

Parlando di coalizione di centrodestra e dell’imminente futuro, per il ballottaggio è d’obbligo essere ottimisti. Fagioli arriva supportato da tutte le liste di centrodestra: Sac, Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia. Merita una menzione l’ottimo risultato di Obiettivo Saronno, questo sta a significare che il lavoro sul territorio e la voglia di novità sono armi vincenti, come lo sono state cinque anni fa per Sac.

Con il Popolo della famiglia Diego Riva (che ha ottenuto ben 62 preferenze) ed io continueremo ad impegnarci e ci auspichiamo che la nuova Amministrazione continui a porre al centro la Famiglia, prima istituzione sociale.

Inoltre, con una maggiore consapevolezza, continuerò a darmi da fare nell’associazionismo, nel volontariato , che è ciò che prediligo ed anche in politica, vista come servizio.

Dedico questo mio debutto ai miei genitori, che mi aiutano da sempre ed alla mia nuova famiglia, che mi ha dato una carica in più!

Concludendo, vorrei citare l’appello pronunciato dal Vescovo Nazzareno Marconi agli eletti nelle Regioni e a Macerata, che mi è capitato di leggere: “Prima di tutto preoccupatevi di restare persone oneste”, con l’invito a “pensare non solo all’oggi, ma anche e soprattutto al dopodomani.”.

3 Commenti

  1. pechè gilli lo mette a sinistra? la mazzola deve fare bene i conti perchè prima di lei ci sono renoldi,gilli- basta raccontare panzane

  2. SAC lista civetta di destra. Ma poi, a quale concetto di famiglia fanno riferimento?

Comments are closed.