Una nuova Tac e una nuova Diagnostica radiologica di Pronto soccorso. Le ha inaugurate in mattinata l’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera. (QUI LA DIRETTA DE ILSARONNO)

“Questi investimenti rafforzano ulteriormente l’Ospedale di Saronno in termini di qualità e di efficienza  – afferma – . Regione Lombardia ha messo in campo un piano di finanziamenti infrastrutturali e tecnologici senza precedenti, al fine di mettere i professionisti sanitari nelle condizioni di svolgere il loro lavoro nel migliore dei modi e ai cittadini di beneficiare di cure e servizi di primo livello. Il Presidio di Saronno compie un ulteriore balzo in avanti proprio in questa direzione”.

“Le nuove dotazioni radiologiche di alto livello, insieme alla professionalità consolidata dei nostri professionisti, contribuiscono a elevare gli standard qualitativi del Presidio di Saronno anche nell’ambito delicato dell’emergenza –prosegue il Direttore sanitario dell’ASST Valle Olona, Paola Giuliani -. Prosegue lo sviluppo attraverso la valorizzazione e la specificazione dell’Ospedale di Saronno, che comporta il miglioramento continuo della qualità dell’intera ASST Valle Olona”.

Vediamo le caratteristiche principali delle strumentazioni.

La nuova Tac in Radiologia

 La collocazione
­­­­
Il nuovo tomografo computerizzato è collocato nella struttura di Radiologia.
Sostituisce il precedente tomografo e permette in questo modo di ripristinare la configurazione di Presidio di due Tac contemporaneamente funzionanti, in grado di garantire la continuità clinica e percorsi differenziati per i pazienti.

Il dispositivo permetterà di ripristinare i livelli di produzione superiori ai 5000 esami annui principalmente per l’utenza esterna e in supporto all’attività del Pronto soccorso.

I costi

Il costo della strumentazione è di circa 350mila euro. Il costo dell’intervento strutturale (progettazione, lavori impiantistici e opere edili) è di circa 180mila euro. L’investimento totale è di circa 530mila euro.

I vantaggi

La nuova Tac di ultima generazione riduce al minimo la dose per pazienti e operatori.

L’elevata risoluzione spaziale garantisce un’alta qualità dell’immagine. il sistema permette di ricostruire 128 strati: l’aumento del numero di strati consente di incrementare notevolmente la qualità diagnostica delle immagini.

I tempi di esecuzione delle indagini sono particolarmente ridotti con la possibilità di eseguire un esame total body in meno di 10 secondi.

Il dispositivo consente un accesso ottimale al paziente con eccellente copertura anatomica. Il tavolo permette l’esecuzione di esami anche con pazienti obesi.

I software applicativi disponibili a regime permetteranno l’esecuzione di indagini dedicate allo studio colon, neuro, cardio e vascolare con possibilità di esecuzione di attività interventistica (biopsie Tac guidate con monitor in sala Tac) accorciando i tempi di esecuzione delle procedure grazie alla visione in tempo reale.

Gli impieghi possibili

Il dispositivo è in grado di supportare un’ampia gamma di applicazioni con la possibilità di valutare pazienti in condizioni cliniche variabili, da quelli con traumi complessi a quelli con problemi oncologici o cardiaci con vantaggi rilevanti per i pazienti in età pediatrica, soprattutto per i ridotti tempi di esecuzione e il basso dosaggio.

Gli utilizzi: Ambito neurologico, Distretto toracico, Distretto addominale, Ambito ginecologico, Area muscolo scheletrica, Ambito cardiologico e vascolare, Radiologia interventistica

 

 

 

3 Commenti

  1. Ospedale per anni lasciato allo sbando a 3 giorni dal voto foto e festa grande.
    Caro Fagioli non siamo fessi❗ in questi 5 anni non ha mai combattuto per il nostro ospefale, troppa paura di disturbare i capi

  2. Un sincero grazie all’Associazione Saronno Point, avendo sentito il Direttore Sanitario Dott. Roberta Tagliasacchi, dire che l’associazione e’ parte integrante ed importante dell’Ospedale di Saronno. Il Presidente Signora Borghetti Marilena ha elencato tutto il lavoro di donazioni fatte e quelle che verranno, un impegno importante che porterà l’associazione ad un massiggio lavoro di raccolta fondi con numerose iniziative. Come dipendente dell’ospedale e’ per noi una certezza, ci sentiamo sicuri grazie al loro operato. L’oncologia day hospital e’ una risposta, loro avevano detto che rientrava mesi orsono, ed e’ rientrata. Personalmente credo molto in loro. Grazie Saronno Point.

Comments are closed.