Home Groane Vasche di laminazione: Senago sorride e Limbiate piange

Vasche di laminazione: Senago sorride e Limbiate piange

1388
3

LIMBIATE – L’ultima preoccupazione ambientalista sul territorio limbiatese è quella relativo alla possibile realizzazione di una vasca di laminazione nell’area verde di via Cairoli.

Il campanello d’allarme è stato fatto scattare da due direzioni diverse: dal comitato più Limbiate meno cemento l’indomani della conferenza di servizio per la verifica dell’assoggettabilità alla Vas della variante al Pgt e dal M5Stelle locale.

In base a quanto emerso dalla conferenza di servizio di fine settembre, la vasca di laminazione su territorio limbiatese sarebbe stata progettata dalla Regione Lombardia per prevenire gli allagamenti del Garbogera a Novate Milanese. “Il Garbogera nasce a Lentate sul Seveso e arriva a Milano – spiegano dal comitato – Da uno studio idraulico del 2018 si evince che le tombinature lungo il Garbogera sono adeguate e sufficienti solo fino a Novate ed è per questo che serve un’arginatura con la vasca di laminazione che Regione Lombardia avrebbe intenzione di collocare a Limbiate, oltre che a Senago”.

Così come presentato, il progetto della vasca in via Cairoli (che sarà a cielo aperto con sponde di contenimento) prevede 21.000 mq di sviluppo e una capacità di 15.000 mc. “Riteniamo un errore aver accettato supinamente l’obiettivo della Regione di realizzare una vasca di laminazione del Garbogera – conclude il comitato – e chiediamo la convocazione della commissione Ambiente e Territorio per stralciare questa infrastruttura dagli obiettivi regionali”.

L’attacco dei pentastellati a livello regionale è già iniziato. “A seguito della notizia sulle vasche di laminazione a Limbiate abbiamo subito contattato il nostro portavoce in Regione Lombardia, Massimo De Rosa, membro della commissione ambiente, il quale si è subito attivato con un accesso agli atti e acquisire tutta la documentazione – spiegano i rappresentanti del M5Stelle – dalla quale si apprende che, se fino a poco tempo fa la giunta Fontana ipotizzava, con un finanziamento già stanziato, due vasche di laminazione sul territorio di Senago, ora sembra che a Senago di vasca ne basti una e che la seconda se la debba accollare Limbiate. Noi continueremo a monitorare questa partita, affinché non siano i limbiatesi a rimetterci”.

06102020

(foto dell’area di via Cairoli dall’alto: dal sito di Più Limbiate e meno cemento)

3 Commenti

  1. Certo immagino che avere un’oasi naturalistica dove passeggiare in libertà e mettere in sicurezza una zona con vasche di laminazione per evitare le esondazioni e le piene sia un dramma davvero impossibile da sopportare. Ribellatevi limbiatesi e tornate al medioevo che meritate.

    • La vasca è praticamente nel centro storico attaccata alla piazza del mercato, faccia lei.

  2. per me resta un’ottima pensata e credo possa essere un valore aggiunto.andate a fare una passeggiata alle vasche di lomazzo, certo sono più discostate dal centro abitato, ma magari cambiate idea.

Comments are closed.