MISINTO – Quest’anno il Cm 2004 si è fermato: “Il lockdown e l’emergenza covid ci hanno impedito di organizzare gli eventi con i quali ci auto-finanziavamo, e non ci andava proprio di andare a bussare alla porta del Comune, perchè in questo momento le priorità devono essere altre” dice il presidente, Michele Campi.

Una avventura iniziata 16 anni fa, l’anno scorso e nelle ultime stagioni nel campionato di Terza categoria della Figc, “una squadra composta dai ragazzi del paese e della zona, nata per divertirci. Abbiamo – ricorda il pres – sempre provveduto a reperire i fondi necessari a coprire le spese tramite la Festa dello sport e food festival estivo, nell’area delle feste delle scuola elementare di Misinto; e tramite la cena di Natale, apertura a tutti. Questi eventi sono stati cancellati, causa covid. Quindi nei mesi scorsi è venuta a mancare la nostra unica fonte di finanziamento per arrivare a quei 10-11 mila euro che sono necessari per la Terza categoria, fra iscrizione, attrezzature, materiali e l’affitto del campo, gli ultimi due anni e mezzo a Manera di Lomazzo, per le partite e gli allenamenti. Dunque, a malincuore, la decisione di noj iscriverci a questo campionato, lasciando temporaneamente “liberi” i nostri 30 giocatori e 15 dirigenti, complessivamente attorno alla società ruotano una cinquantina di persone. Non ce la siamo davvero sentita di chiedere aiuto al Comune, ci sono altre priorità, dalle scuole all’aiuto a chi ha più degli altri patito gli effetti di questa emergenza sanitaria” conclude il presidente.

12102020