UBOLDO – continua a salire il numero dei contagiati ad Uboldo. Ad aggiornare i residenti è il sindaco Luigi Clerici che ha annunciato: “I positivi sono oggi a 140, tutti domiciliati e in buone condizioni generali”. Lo scorso 28 ottobre il primo cittadino aveva spiegato che i psitivi erano 78. In pochi giorni, insomma, le persone che hanno contratto il coronavirus e che sono a casa per evitare di far crescere il contagio sono quasi raddoppiati. “Rinnovo l’invito ad un comportamento responsabile in linea con i protocolli e i Dpcm emanati” ha rimarcato più volte il primo cittadino.

___________________________________________________________________________________________________________________________________________
Per informazioni o per le richieste di aiuto riguardo all’emergenza coronavirus. Numero verde gratuito: in caso di sintomi influenzali o problemi respiratori 800894545. Evitare di utilizzare il numero 112 per non intasare le linee, lasciarlo libero per le emergenze sanitarie.

Informazioni generali: chiamare il 1500, numero di pubblica utilità attivato dal Ministero della Salute o telefonare al proprio medico di medicina generale o al pediatra.

(foto archivio: Municipio di Uboldo)

8 Commenti

  1. Solite parole, ma niente strategie per evitare contagi, quindi solo chiacchere … e basta

  2. Anche se non è pertinente uso lo spazio di questo articolo per due osservazioni al Sindaco
    (purtroppo questo giornale on line si ostina a non istituire uno spazio per le “lettere al giornale”; si è costretti solo a commenti su notizie date, proibito uscire dai temi imposti).
    Sindaco,
    1) state facendo lavori all’area parcheggio di via Dell’Acqua; state prevedendo delle alberature fra auto e auto, o sarà la solita colata di cemento stile anni ’60? Non mi deluda!
    2) sulle strade periferiche e sui viottoli del Parco Mughetti è impressionante il numero di rifiuti abbandonati; non si potrebbe periodicamente provvedere allo sgombro?
    Sindaco, cerchiamo di dare decoro e bellezza a questa Uboldo.

  3. Purtroppo dallo slogan elettorale, riprendiamoci i nostri sogni, si continua a dormire.

  4. Ma le domande al Sindaco non può farle al Sindaco? Lavora in comune, mica in questo giornale.

    • ..e secondo lei a cosa servono i giornali se non (anche) a parlare civilmente con le istituzioni e i sindaci? oppure servono solo a offenderli, i sindaci e le istituzioni (vedasi tantissimi commenti in questo giornale on line)? Se a proposito del sindaco scrivo “le solite chiacchiere”, va tutto bene, giusto? Se invece pongo due domande o inviti allora no non va bene, è così?
      Ma cosa è allora questo giornale? Uno stupidario-insultario modello vecchia osteria?
      Senza offesa, ma da che mondo viene fuori, lei? Ha letto qualche volta un giornale nella sua vita? Le ha presente le “lettere al direttore”? Dai forza, basta coi videogiochi e corra in edicola.

      • Deve essere un luminare e un filosofo per parlare così sapientemente ed eruditamente. Ma non si spaventi, da quel leggo sopra è affezionato a questo giornale, insistendo di modificarlo a suo piacimento. Io so per certo che le risposte che voglio le ottengo, vero, non alla prima richiesta, ma in genere alla seconda vengo delucidato, da questa amministrazione. Da quella precedente nemmeno alla decima richiesta depositata. Sono punti di vista. Se una semplice domanda la infervora così tanto mi da molto a cui pensare. Comunque spero che anche lei ottenga ciò che vuole. Per me rimane sempre più facile passare dal cancello che scavalcare una recinzione.

    • e perché, cosa avrebbe da nascondere il sindaco? uno va in Comune sa ha una questione privata, se invece sono questioni pubbliche, che riguardano il paese, le cose può scriverle anche a un giornale, cosa ci sono a fare i giornali’

  5. Diciamo francamente che questa amministrazione dorme e, dorme sonni profondi …
    Svegliaaaa

Comments are closed.