CARONNO PERTUSELLA – Ferma ancora la Caronnese per accertamenti covid, al pari di molte altre squadre del girone A di serie D, il campionato ha provato ieri e l’altro ieri comunque ad andare avanti, con tantissimi rinvii. Per la 7′ giornata, sabato sono state giocate Imperia-Chieri 1-0 e Sanremese-Derthona 2-2; ieri Gozzano-Castellanzese 1-0. Rinviate Arconatese-Borgosesia, Casale-Varese, Folgore Caratese-Caronnese, Fossano-Sestri Levante, Lavagnese-Saluzzo e Legnano-Bra.

Classifica: Bra e Pont Donnaz 13, Sanremese e Gozzano 12, Derthona 10, Castellanzese. Borgosesia e Chieri 8, Saluzzo e Lavagnese 7, Imperia, Legnano, Arconatese, Caronnese, Folgore Caratese e Sestri Levante 6, Vado 4, Fossano 3, Casale 1, Varese 0.


Gozzano-Castellanzese 1-0

GOZZANO: Vegge, Carboni, Vono (19′ st Olivera), Sylla, Allegretti (37′ st Olivato), Kayode, Carta, Piraccini (30′ Gemelli), Bianconi, Cella, Pavan. A disposizione: Ferrara, Modesti, De Pace, Cavucci, Rao, Di Giovanni. All. Soda.
CASTELLANZESE: Indelicato, Concina, Alushaj, Marcone, Chessa, Negri (40′ st Perego G), Colombo, Ornaghi, Bigotto (28′ st Fusi), Mecca, Giugno (28′ st Corti). A disposizione: Porro, Molinari, Bertoletti, Perego A, Sestito. All. Mazzoleni.

Arbitro: Guida di Torre Annunziata.

Marcatore: 43′ st Kayode (G).

GOZZANO – Dolcetto o scherzetto? La notte delle streghe porta consiglio al Gozzano. Sì, perché di fatto il desiderio della Castellanzese di fare risultato al D’Albertas si infrange solo al tramonto di un match di sostanza e qualità da parte della Castellanzese. Che crea ma non concretizza, e commette una leggerezza che messa a referto fa: 1-0 per i rossoblu. Un risultato bugiardo.

Che brividi! No, Halloween non c’entra. È la grinta della banda Mazzoleni che mette subito paura ai padroni di casa. E forse gli occhi un pò li avrà sgranati anche lui, Alessio Marcone, quando il suo destro di potenza e precisione fuori del comune si è stampato sul palo. Film horror per i rubinettai che tirano un sospiro di sollievo sulla parata di Vagge a mettere in angolo la spizzata di Francesco Bigotto, sempre più al centro del progetto offensivo neroverde, e sulla traversa del solito indomito Mattia Negri. Castellanzese sicura, ordinata, da urlo. Nella ripresa il Gozzano torna a vedere i fantasmi della prima frazione quando capitan Colombo trascina i suoi in area e appoggia per Negri che alza troppo la mira. Poi Concina si lancia nel bel mezzo di una prateria lasciata della difesa rossoblu nella propria area piccola, ma forse sorpreso lui stesso della golosità dell’occasionissima colpisce di testa centrale. L’incornata la prova anche Bigotto che pochi minuti prima aveva cercato invano la coordinazione per un’ambiziosa quanto pericolosa sforbiciata al limite. La Castellanzese confeziona il dolcetto, mentre il Gozzano prepara lo scherzetto che si consuma al 43′ del secondo tempo. Azione thriller: palla che sta per rotolare sul fondo, Kayode si fionda sulla linea la recupera, sfruttando una leggerezza della difesa neroverde e batte un già portentoso prima quanto impotente dopo Indelicato per il gol che vale i tre punti.

(foto: un momento di Gozzano-Castellanzese)

02112020