SARONNO – “Comunico che il day hospital oncologico di Saronno, non verrà spostato assolutamente, anzi verrà potenziato”. Sono le parole di Marilena Borghetti presidente della Saronno Point che, a latere della presentazione dei respèiratori donati con una raccolta fondi all’ospedale, smentisce le voci circolate nelle ultime ore su eventuali ulteriori chiusure come nel lockdown di marzo.

“Altre parole che circolano sono solo puri e stupidi pettegolezzi. Saronno Point e’ intenta ad una realizzazione di un importante progetto varato con la direzione sanitaria. Troppe parole inutili, fanno male a persone che stanno lottando con tutta la loro forza contro il cancro, credo meritino massimo respetto”. Non a caso l’associazione era presente a fine settembre alla riapertura del reparto dopo la lunga chiusura iniziata durante la prima ondata covid e protrattasi per tutta l’estate.

(foto: un momento della riapertura ufficiale del reparto di day Hospital oncologico al sesto piano del presidio di piazzale Borrella)