COMASCO – I carabinieri di Appiano Gentile della Compagnia di Cantù hanno arrestato un italiano 59 enne, residente in Appiano Gentile; e un altro italiano, 21enne, residente in Cassina Rizzardi, entrambi per reati connessi a furti e rapine. Tra gli episodi più gravi, quelli avvenuti nel mese di agosto 2018, con una rapina compiuta dai due malviventi ad un’anziana donna all’interno del cimitero comunale di Appiano Gentile, fino all’ultimo episodio contestato, una tentata rapina commessa nell’agosto di quest’anno in un centro massaggi di Cassina Rizzardi, dove il 2enne aveva cercato invano di rapinare (mediante pugni e percosse) dell’incasso una dipendente non riuscendo però nel suo intento. A carico dei due anche ripetuti furti di generi alimentari in esercizi commerciali,  tra i comuni di Cassina Rizzardi, Montano Lucino e Beregazzo con Figliaro.

L’attività investigativa dei militari della Stazione di Appiano Gentile, dunque, attraverso attività tecniche, analisi sistemi di videosorveglianza ed escussioni testimoniali, ha consentito di rivolgere l’attenzione nei confronti di due uomini, nei confronti dei quali è stato quindi emesso il provvedimento cautelare. I carabinieri  si sono dunque immediatamente dedicati alla localizzazione degli interessati, che sono stati rintracciati nelle proprie abitazioni e sono stati trasferiti nel carcere del “Bassone” a Como.

(foto archivio)

03112020

1 commento

Comments are closed.