SARONNO – Domenica Andrea Parravicini avrebbe dovuto correre la sua maratona 2020 ma il peggiorare della situazione sanitaria nazionale e le nuove disposizioni hanno obbligato gli organizzatori ad annullare la manifestazione alla quale era iscritto. Gli amici del Gap Saronno hanno scelto di aiutarlo a realizzare questo sogno.

Così alle 8 in una Saronno avvolta dalla nebbia, Andrea insieme a Andrea Cremona sono partiti per una bellissima esperienza lunga 42 chilometri fatta di sogni ed amicizia, seguiti dalle mogli in bici ed accompagnati da alcuni “soci di corse” come pacer. Un circuito studiato qualche giorno prima, che hanno percorso per tre volte.

Nel frattempo un piccolo gruppo allestiva sulla pista ciclopedonale una postazione con funzione “ristoro” e cambio pacer, posizionando poi vele e striscioni per regalare ad Andrea & Andrea un “vero” arrivo! Bellissimo ed emozionante il supporto degli amici e soci Gap Saronno, che nel rispetto delle norme vigenti, si sono alternati e sono passati a sostenerli, cosi come tanti altri conoscenti: un coro di complimenti per la loro impresa, non solo sportiva ma anche e soprattutto di cuore.

“Dedichiamo – ha commentato Andrea Parravicini – la nostra maratona ed i nostri personal best (ndr: miglior prestazione personale) a Simone che domenica scorsa è stato investito fatalmente alla rotonda della cascina Ferrara, dove siamo passati tre volte, ed al nostro amico Angelo Camnaghi che 200 metri prima fu investito 6 anni fa da un automobilista e da allora è in stato vegetativo. Grazie a tutti e teniamo duro contro il covid!”