Home Groane Ceriano Laghetto Covid, il sindaco Crippa informa: Ceriano Laghetto a quota 100 casi attivi

Covid, il sindaco Crippa informa: Ceriano Laghetto a quota 100 casi attivi

396
3

CERIANO LAGHETTO – Ancora brutte notizie da Ceriano Laghetto, ancora in crescita infatti i numeri dei contagi. Ieri sera il sindaco Roberto Crippa ha fatto il punto della situazione: “Il 28 ottobre si contavano 72 positivi e 32 cittadini in sorveglianza; nei giorni successivi abbiamo avuto un aumento dei casi di posività ed a ieri 2 novembre siamo arrivati a 100 casi di positività sul territorio cerianese, ai quali aggiungere 18 cittadini in sorveglianza attiva. Si tratta di un aumento importante, rispetto alla scorsa settimana; i numeri sono questi. Ancora, ho notato, che il 50 per cento circa delle persone positive fa riferimento a cerianesi nati dopo il 2000, si tratta dunque di giovani”.

Prosegue Crippa: “Ho contattato i nostri 4 medici di base per capire quanto fossero gravi e da questo punto di vista la notizia è buona, solo 9 persone hanno dei sintomi, seri e comunque non particolarmente gravi”.


Per informazioni o per le richieste di aiuto riguardo all’emergenza coronavirus. Numero verde gratuito: in caso di sintomi influenzali o problemi respiratori 800894545. Evitare di utilizzare il numero 112 per non intasare le linee, lasciarlo libero per le emergenze sanitarie.

Informazioni generali: chiamare il 1500, numero di pubblica utilità attivato dal Ministero della Salute o telefonare al proprio medico di medicina generale o al pediatra.

04112020

3 Commenti

  1. Ringrazi negazionisti vari , quelli che la mascherina non serve , ci metta anche leader di partito

  2. Ringrazi anche i vari ragazzotti in giro per il centro del paese , tipo davanti alla posta, assembrati e senza mascherina, vicinissimi alla sede della Polizia Locale.
    In questo momento forse è meglio sorvegliare il paese e non il bosco delle Groane.

  3. Al Signore sopra che denuncia una mancata sorveglianza dei ragazzi, gli consiglio un po’ di senso critico, se le nuove generazioni sono menefreghiste e non rispettose delle regole, magari la colpa e della mancata educazione, e senso civico che le famiglie poco attente hanno in questi anni mancato.
    Ai vigili lasciamo le vere problematiche del territorio, non l’educazione dei nostri figli!!!

Comments are closed.