SARONNO – E’ stata la messa in Prepositurale il fulcro delle celebrazioni del 4 novembre a Saronno. Se

Alla messa erano presenti con il sindaco Augusto Airoldi, il presidente del consiglio comunale Pierluigi Gilli gli assessori Laura Succi, Franco Casali, Ilaria Pagani, Novella Ciceroni e Gabriele Musaró. Delegato come alpino anche il consigliere comunale Gianpietro Guaglianone presente con il labaro delle penne nere attorno all’altare, con il gonfalone, insieme a sezione saronnese dei bersaglieri, dell’aeronautica, dei finanzieri e dell’associazione nazionale carabinieri. In prima fila anche le autoritá militari dal capitano della Finanza Gaia Sorge, il tenente Sebastiano De Jannello e il maresciallo Nicola Muscettola e il numero uno della polizia locale Giuseppe Sala. Non hanno voluto mancare con una delegazione le Crocerossine e la protezione civile.

Nell’omelia il prevosto monsignor Armando Cattaneo ha dedicato un ricordo a San Carlo con un pensiero ai caduti della Prima Guerra Mondiale e ai morti di pandemia. La conclusione è dedicata ai conflitti ancora aperti con l’auspicio che diventino presto qualcosa di concluso.

4 Commenti

  1. Quanta gente per una cerimonia di cui in tempi di pandemia si poteva sinceramente fare a meno o renderla più essenziale e molto più austera.
    W la libertà conquistata dai nostri avi, poi non importa se da
    da domani ci chiudono tutti in casa!

    • Se ci chiudono in casa ringraziamo anche leader politici che la mascherina non serve con tanto di convegni negazionisti in Senato

    • Nell’ordine cerimoniale e protocollare, l’ordine è: primo il Sindaco, secondo il Presidente del Consiglio Comunale, terzo il Vicesindaco, quarto il Vicepresidente del Consiglio Comunale, poi seguono gli Assessori per anzianità e infine i Consiglieri Comunali.
      Il Vicesindaco era presente alla Messa nel suo posto protocollare.

Comments are closed.