SARONNO – Il consigliere Riccardo Guzzetti presenta un’interrogazione all’amministrazione comunale in merito alla sospensione del pagamento dei parcheggi comunali delimitati dalle strisce blu per la durata del lockdown regionale

Il consigliere leghista spiega così la sua proposta: “Ho deciso di scrivere un’interrogazione al sindaco per sapere se è intenzione della sua amministrazione attivare la sospensione del pagamento dei parcheggi delimitati dalle strisce blu durante il periodo di lockdown regionale”. Continua poi “in supporto alla campagna ‘Saronno si protegge’ penso possa essere un incentivo utile per i concittadini che si spostano per lavoro o per necessità urgenti, evitando così di sovraffollare i mezzi pubblici e dunque riducendo, anche sensibilmente, il rischio di contagio. So benissimo che si tratta di un piccolo gesto nel contrasto al Covid-19 però ritengo sia necessario prenderlo in considerazione anche per dare una risposta a quei commercianti che rimarranno aperti ma che avranno un importante calo della clientela; la salute degli abitanti di Saronno deve essere messa davanti a qualsiasi divisione politica ed ecco il perché di questa mia interrogazione, che se ricevesse una risposta positiva ci vedrebbe assolutamente favorevoli. Sottolineo come questa azione sia sostenuta anche dal Sindaco di Milano che dopo alcune pacifiche proteste ha deciso recentemente di sospendere l’Area C e il pagamento dei parcheggi blu su tutto il territorio comunale”.

07112020

17 Commenti

  1. Come mai ci deve pensare la lega becera e incapace a chiedere questa cosa?
    Come al solito e come tutti finita la propaganda spariscono tutti!

  2. Bene, ottima proposta coerente con quanto già fatto durante il lockdown di marzo dall’amministrazione Fagioli

  3. e magari non comunicarlo in modo adeguato ai cittadini così si continua a pagare il parcheggio e si incassano i soldi come avete fatto voi della giunta fagioli?

    • Saronno Servizi riscuotono i pagamenti.. Quindi sono loro che devono comunicare o spegnere i totem x il pagamento della sosta.

  4. La lega saronnese cambia al suo interno il divulgatore, il quale imperterrito segue la scia allegorico grottesca dei predecessori. Più che un’interrogazione avrebbe dovuto fare una proposta dai contenuti economici reali, pensando ad una compensazione per garantire continuità nei servizi pubblici utili alla collettività. L’esiguo mancato introito dei parcheggi rende la richiesta leghista risibile e inconcludente, in quanto la chiusura totale di alcuni negozi e delle attività commerciali non di prima necessità limita sensatamente la circolazione autorizzata di persone.

  5. AIROLDI!!!!!
    Ma com’è?
    E noi che avevamo riposto già fiducia in lei che avesse già disposto per la sospensione degli stalli a pagamento e la chiusura delle aree verdi recintate per evitare assembramenti, apprendiamo dalla stampa che tutto ciò non è stato ancora fatto. Ci spieghi perché? Cosa ha intenzione di fare?

  6. Non ne comprendo la ragione. Dobbiamo muoverci il meno possibile e farlo in macchina non cambia il problema. I negozi sono chiusi, che senso ha

  7. Dovrebbe anche sospendere la multa x la pulizia delle strade, se sono in quarantena nn posso scendere a spostare la macchina o che motivazione metto nell autocertificazione?

    • Può scendere a spostare la macchina che presumo sia nei pressi dell’abitazione.

  8. Guzzetti fa bene, dovrebbe solo aggiungere , come consiglio, di non fare come Fagioli, che si è solamente dimenticato di disattivare i parcometri … in questo modo la gente, non sapendo dell’atto, pagava lo stesso … .

  9. All’ ANONIMO URLATORE  –  Commento del 07.11.2020  At 10.39 am

    Sistematicamente il solito oppositore anonimo, da qualche giorno, con il suo inconfondibile “stile”, inizia il suo commento con “AIROLDI” seguito da diversi punti esclamativi.
    Questo significa che il cognome del nostro Sindaco viene ostilmente gridato con il massimo della voce!  Tale comportamento sarebbe irriguardoso nei confronti di chiunque!  Si deve, comunque, anche constatare che certi monotoni e riprovevoli atteggiamenti, soprattutto se adottati da chi, mascherandosi, si nasconde “dietro” l’anonimato, sono indizi, a mio avviso, di QI piuttosto bassino.
    Non entro nel merito del commento (o sfogo) dell’anonimo per due motivi. Il primo è per la banalità del contenuto. Il secondo motivo è perché è evidente che lo scopo dell’anonimo è quello di criticare, con spirito avverso, sempre e in ogni caso, anche contro la solare evidenza!
    Invito il noto ANONIMO URLATORE a presentarsi, la prossima volta, con il suo autentico nome e cognome!  Il “coraggioso” lo farà?  La risposta ai lettori.

    • Uno dei lettori, pure questo anonimo, risponde che ci si va facendo un po’ troppi pistolotti mentali su un caps lock

  10. E si perchè durante un lockdown il problema e chi si muove in macchina?
    la lega della baggianata quotidiana!

Comments are closed.