SARONNO – Blitz “negazionista” nella zona centrale di Saronno dove alcuni cartelli, di quelli che mettono in guardia sul coronarus ed invitano a tenere le distanze e ad indossare correttamente la mascherina, sono stati presi di mira… con la biro nera. Una parola cancellata, l’altra riscritta ed ecco stravolto senso e significato. Lo hanno notato ad esempio i passeggeri in attesa del bus urbano al terminal nei pressi dell’ex Molino Canti, di fronte a piazza Cadorna: “Usa sempre la mascherina” è stato preceduto da un “non”; e “no mask”.

Se ne parla anche sui social, con un coro (quasi) unanime a stigmatizzare l’accaduto.


Per informazioni o per le richieste di aiuto riguardo all’emergenza coronavirus. Numero verde gratuito: in caso di sintomi influenzali o problemi respiratori 800894545. Evitare di utilizzare il numero 112 per non intasare le linee, lasciarlo libero per le emergenze sanitarie.

Informazioni generali: chiamare il 1500, numero di pubblica utilità attivato dal Ministero della Salute o telefonare al proprio medico di medicina generale o al pediatra.

(foto da Facebook)

09112020

8 Commenti

  1. Ma basta dare risalto a queste notizie. Per favore fra anarchici e no mask vi state rendendo sempre più ridicoli

  2. Negazionisti: Persone, forse atavicamente affascinate dal complotto, dal fatto che possa esserci una spiegazione che nessuno ha intuito tranne loro. Arriverà il vaccino e compariranno quelli che “Io l’ho avuto e sono ancora qui”, “il coronavirus non è mai esistito”, “era un complotto dei poteri forti per ucciderci”
    Penosi.

  3. “ Oh voi che filosofate sulle disgrazie e criticate tutte le paure,
    affondate profondamente il fazzoletto sulla vostra faccia
    perché è questo il momento per le vostre lacrime” Bob Dylan

  4. La biro nera è una cosa davvero grave….potrebbe essere anche terrorismo…psicologico

Comments are closed.