SARONNO – Riceviamo e pubblichiamo la nota di Mauro Rotondi, consigliere comunale sull’affondo di Emanuele Monti sulla polemica contro il sindaco Airoldi sul tema dell’ospedale di Saronno.

La recente dichiarazione del Presidente della Commissione Sanità di Regione Lombardia sull’ospedale di Saronno ci stupisce e ci dà modo di approfondire alcune questioni.
Per la cronaca il Presidente della Comm Sanità ha invitato il Sindaco Airoldi a farsi vivo in Regione per sostenere l’Ospedale di Saronno. Orbene, la dichiarazione ci sembra la solita provocazione così come l’uso dell’ironia. Che c’entra l’attuale Sindaco? E se vogliamo essere precisi, qualcuno ricorda forse risultati eclatanti della precedente amministrazione in materia di gestione emergenza Covid e difesa dell’Ospedale?
A volte distogliere l’attenzione dal problema è spesso un modo efficace per nasconde le proprie responsabilità. Si dà il caso infatti che la competenza in materia di sanità è di Regione Lombardia così come ogni regione è responsabile della propria sanità. La nostra regione, eccellenza nel campo della ricerca e delle specializzazioni, durante la pandemia ha tuttavia mostrato pesanti inadeguatezze nella medicina di base e di prossimità, al contrario di altre regioni, capaci di impattare meglio sull’emergenza grazie a un sistema più snello e meglio organizzato sul territorio.

Il Covid ha di fatto evidenziato tutte le pecche del sistema lombardo caratterizzato negli anni da tagli e riorganizzazione del sistema con diversi presidi ospedalieri smantellati in favore della sanità privata, indebolimento della medicina di base, scarsa prevenzione delle malattie croniche, mancanza di promozione di stili di vita sani, assenza di ricambio del personale. In uno dei territori più densi e inquinati d’Europa il sistema lombardo è imploso con l’arrivo del Covid. Come evidenziato nell’ultima puntata della trasmissione Report, in questi casi a speculare c’è sempre qualcuno, a perderci sono i cittadini, smarriti e indifesi nell’affrontare la drammatica attualità.
In questo scenario, l’Ospedale di Saronno ha pagato amaramente le conseguenze con diminuzione di personale e cancellazioni di reparti e servizi. L’attuale vicenda su vaccini antinfluenzali e assenza di un presidio per tamponi è solo l’ ultima in ordine cronologico. Tali azioni sono andate purtroppo nella direzione di declassare il presidio di Saronno dalla fascia di primo livello, quella con tutti gli standard ospedalieri, qualitativi, strutturali, tecnologici e quantitativi previsti dal Decreto Ministeriale n. 70, Aprile 2015. Le lodevoli iniziative del Comitato Ospedale e la recente raccolta firme non sono bastate a fermare il depotenziamento dell’Ospedale, un processo accelerato dalla trasformazione della struttura in presidio Covid. Gli stanziamenti di fondi sbandierati in questi anni non hanno ad oggi cambiato il corso degli eventi. Tali somme, infatti, o non son state mai spese o sono state dirette all’ordinaria manutenzione dei reparti rimasti, rimanendo il ripristino dei reparti smantellati argomento assente dall’agenda.
La situazione non ci lascia pertanto indifferenti.

Come Pd sproneremo i nostri rappresentanti regionali affinché si battano per riportare il nostro Ospedale a Presidio di primo livello. Non possiamo permetterci distrazioni e saremo fermi sulle questioni: più medicina di base, più presidi ospedalieri sui territori, più assunzioni. I recenti tagli di strutture avvenuti in Valtellina a Morbegno, Chiavenna, Sondalo e in altre località lombarde sembrano tasselli di un disegno preciso e ci obbligano a pensare a una difesa collettiva e condivisa del sistema sanitario lombardo.

Per questi motivi, se la situazione non cambierà, quando ci sarà consentito, non escludiamo di mobilitare al Pirellone i rappresentanti del comune di Saronno e dei paesi vicini a difesa del nostro ospedale. Già da ora chiediamo invece il ripristino della medicina territoriale per una più efficiente organizzazione dell’emergenza. La difesa della sanità pubblica è una battaglia di civiltà in cui tutti i cittadini, a prescindere dal colore politico, devono sentirsi coinvolti. In gioco c’è il futuro e ora anche il presente.

51 Commenti

  1. Che c’entra l’attuale Sindaco?

    La prima cosa che farò da Sindaco sarà picchiare i pugni sul tavolo della regione

    • ed e quello che farà, perdona se si è insediato da 2 settimane e nel frattempo c’è la situazione covid che tutti conosciamo. Ci sono priorità

  2. Quando si esprimono concetti chiari nel modo semplice e comprensibile da tutti non c’è ironia leghista che possa sminuire una verità presente. Quale risposta darà il consigliere leghista?

  3. Quante chiacchiere. Bisogna guardare avanti. Avete 5 anni per dimostrare. Fatti concreti. Ora solo tanto bla bla bla.

  4. Belle parole, ma devono diventare concrete… di parole sono pieni i libri…. bisogna vedere una svolta tangibile neo fatti. È da molti anni che se ne parla ma si è fatto poco …

  5. In campagna elettorale Airoldi e OS hanno più volte dichiarato che il tema dell’ospedale era PRIORITARIO , per ora i fatti non lo stanno dimostrando

    • te credo si sono insediati da 2 settimane, poi siamo ripiombati nelle’emergenza covid. Ci sono priorità per Saronno e anche per regione in questo momento difficile

        • Prima fascia , seconda fascia, terza fascia, Qual è il problema ? Meditel a saronno e rovellasca non è la stessa cosa ? Fare un intervento a busto o gallarate vi dà fastidio ? Saronno è piccola e di ospedali in zona ne abbiamo . Non siete mai contenti

          • Caro Alberto Saronno significa un bacino di 185.000 abitanti e perciò giustifica una struttura ospedaliera pubblica qualificata. Busto e gallarate sono scomodissime per tutti in special modo per pazienti anziani. Io acquistai casa a Saronno perchè c’era un bel ospedale non per gli amaretti! Gli scempi e le ruberie che ha fatto e seguita a fare la Regione Lombardia non ti bastano o hai interessi ?

    • Sig. Antonio,
      Lei è un assiduo commentatore, sempre aggiornato, ma, a mio parere, questa volta appare come persona poco informata.
      Poco informata perché sembra non sappia che, da un mese, siamo ritornati in guerra contro il virus.
      Siamo in emergenza, che supera tutto e che sconvolge ogni previsione! Emergenza che travolge tutti gli ospedali!
      La “casa brucia” e si deve innanzitutto spegnere l’incendio…poi si progetterà il nuovo assetto del nostro ospedale!
      In questa grave ora, la priorità assoluta di tutte le istituzioni è e deve essere: “minimizzare i danni”! A questo proposito, sarebbe stato opportuno che, nel Suo commento, Lei avesse ricordato piuttosto la priorità della vaccinazione contro l’influenza e della carenza di disponibilità di vaccini in Lombardia!
      Cordialità.

      • IO ho chiesto al mio medico la prenotazione del vaccino per l’influenza e me l’ha data fra 8 giorni solari , poi quando si fanno promesse elettorali che non si riescono ancora a mantenere almeno ci vorrebbe la tanto conclamata comunicazione ,sempre in campagna elettorale , con i cittadini tutti altrimenti si casca inesorabilmente nell’affidabiltà , ora la campagna elettorale è finita servono fatti concreti per i cittadini tutti

    • più che difficile impossibile visto che il pubblico in lombarda è stato volutamente depotenziato a favore del privato .. dateci Zaia

  6. Condivido hanno la regione con ospedali al collasso, un sacco di problemi su tutto e quel consigliere sfotte il Sindaco perchè non ha ancora chiamato la Regione per un incontro…. magari visto la situazione lavora pancia a terra per fare quello che puo’ per i problemi immediati del covid?

  7. Senza fare la maestrina, ma da quando e’ stato declassato se non e’ ancora uscito il POAS? se fose declassato non ci sarebbe neanche la rianimazione… e invece, sta lavorando alla grande purtroppo.
    Un conto dire che non c’e’ oiu’ il punto nascita…declassare e’ un’altra cosa, attenzione!

    • l’ospedale ha perso reparti, centinaia di posti letto, personale, medici specializzati… basta o inizi a preoccuparti quando sarà in grado di curare solo chi si sbuccia un ginocchio

    • Davvero è difficile accorgersi che questo non è un declassamento ? Forse Sarebbe meglio chiamarlo Scippo. Perché Possono farti credere che l ospedale è di primo livello sulla carta e intanto levarti un sevizio dietro. Sulla carta ti dicono che È tutto a posto mentre nei fatti avviene tutt’altro . Tranquilla te ne accorgerai quando ti spediranno a busto o altrove e magari hai 80 anni !

  8. Formigoni , Maroni , cliniche private , scandali . Nonostante questo Lega e Forza Italia primeggiamo in lombardia da decenni. . La sinistra in lombardia fa solo Il Solletico, A rimetterci è stato l ospedale di saronno, un presidio ormai morto e svilito

  9. Cosa dobbiamo aspettare per andare sotto il pirellone a farci sentire ? Che ci tolgano l Ospedale del tutto ? Muoviamoci

  10. Un pezzettino ieri , uno oggi , un altro domani , e ti risvegli che l ospedale non c’è più

  11. Nascondetevi sinistri , avete assistito in silenzio allo smembramento del nostro ospedale

  12. Avete svenduto l ospedale di saronno. I privati gongolano , la sanità lombarda è in mano a manager e politici incapaci. Scordatevi che l ospedale di saronno torni i. Prima fascia come prima

  13. Tutti che vogliono l ospedale sotto casa . Vi dà così tanto fastidio andare a busto arsizio a fare una visita ? Quanto rumore per nulla

    • Vacci tu a Busto Arsizio, piuttosto vado a Milano che è più vicino e più attrezzata.

  14. Sono di busto e risiedo a saronno per motivi affettivi . La mia solidarietà ai cittadini Saronnesi . Che senso ha spostarsi per farsi curare quando si ha l ospedale sotto casa e tutto è sempre andato per il verso giusto ? Cosa rimarrà di questo presidio ? Neppure il bar e l edicola . Che tristezza , che squallore

  15. Per Tre reparti in meno parlate di Declassamemto dell ospedale di saronno. Andare a busto arsizio o gallarate vi scoccia così tanto ? Vi dà proprio fastidio fare i sacrifici

  16. La solita sinistra complottista . il covid vi ha peggiorato. stare al governo nei palazzi domani vi dà alla testa

  17. Monti , fai funzionare la sanità lombarda, finora Ti sei dimostrato un incapace. Se tieni all ospedale di saronno fai tornare qui tutti i reparti smantellati e fai poco l ironico. A saronno il tuo partito ha già preso una sonora lezione, ti sei chiesto perché?

  18. Monti parla dalla conference call perché a saronno non si farà più vedere per un po’ visti i risultati delle recenti elezioni

  19. Rassegniamoci tutti , con l imminente lockdown l ospedale di saronno non verrà declassato bensì disintegrato

  20. Caro Sindaco, perché non esiste a Saronno un punto tamponi? Ti ho votato e ora fatti sentire in regione , vai a disturbare il manovratore come dicevi in campagna elettorale

  21. La nuova giunta si è già adagiata sulle comode poltrone? Si sta bene negli uffici !!

  22. LA “PRETESA” DELL’OSPEDALE SOTTO CASA.

    I commenti anonimi sono tanti!  A mio avviso, gli anonimi sono pochi (spesso “addetti ai lavori”) che però “sparano” tanti commenti!  Gli interventi, anche senza “paternità”, si possono qualificare in quanto dallo “stile” della scrittura si vede se si tratta della “stessa mano”. Poi, dal tono (pacato, aggressivo…) con cui l’anonimo si esprime si può anche stabilire da che “area di pensiero” proviene.
    Lo stesso mio commento, se fosse anonimo, sarebbe facilmente individuabile: tanta punteggiatura, virgolettati, puntini sospensivi, citazioni di fonti…

    Vengo al dunque. Anonimi, nei commenti all’articolo di Rotondi, sostengono che andare agli ospedali di Busto o Gallarate non è un fastidio o una scocciatura!
    Sono sbigottito da questa affermazione!  L’ospedale non è un punto vendita di beni voluttuari!  L’ospedale di Saronno ha un bacino di ben 180.000 abitanti!  L’ospedale deve essere a servizio dei cittadini, non i cittadini a servizio dell’ospedale!
    A mio parere, solo chi è fuori dalla realtà può manifestare certe irrazionali affermazioni! Non si pensa agli anziani e ai diversamente abili? A chi è solo e impossibilitato a guidare un’ auto? A chi deve accudire i ricoverati, soprattutto bambini? … Ancora, quanto tempo di viaggio è richiesto per raggiungere Busto o Gallarate? “Il tempo è denaro” recita un saggio detto!
    Solo uno sfaccendato e sprovveduto può sostenere che andare all’ospedale di Saronno o a quelli di Busto e Gallarate non faccia differenza!

  23. Marino Rimoldi riporta il dibattito alla concretezza, per quale oscura logica dovremmo vedere il nostro ospedale sparire sotto il naso? Finita l emergenza covid , come si spera, non possiamo rimanere passivi di fronte a questo processo in atto . Io personalmente a busto e a gallarate non voglio assolutamente andarci , se devo andare all osoedale voglio andare a saronno , per qualsiasi cosa abbia bisogno !

  24. Se la sinistra ha gli attributi organizzi il presidio al pirellone contro questo scempio , , di parole ne sono state siede troppe . Il declassamento è sotto gli occhi di tutti . Ora tocca a fatti

Comments are closed.