ORIGGIO – Anche ad Origgio l’altro giorno sono stati ricordati i caduti a causa dell’attentato avvenuto 17 anni fa in Iraq.

“Il 12 novembre del 2003 alle 10.40 ora locale, le 8.40 in Italia, a Nassiriya, un camion cisterna pieno di esplosivo scoppiò davanti all’ingresso della base Msu, Multinational specialized unit italiana dei carabinieri, provocando successivamente l’esplosione del deposito munizioni della base e la morte di 28 persone, 19 italiani ovvero 12 carabinieri, 5 militari e 2 civili, e 9 iracheni – viene ricordato in una nota del Comune – il sindaco Evasio Regnicoli e la Giunta, insieme al maresciallo Roberto Granatiero dell’Arma dei carabinieri e al comandante della polizia locale, Alfredo Pontiggia, hanno deposto una corona a memoria delle vittime al monumento di via per la Muschiona”.

(foto: un momento della cerimonia che si è svolta il 12 novembre ad Origgio, con il sindaco Evasio Regnicoli e le autorità locali. Una iniziativa per ricordare le vittime della strage che era avvenuta alla base italiana in Iraq)

14112020