SARONNO / TRADATE / VARESE / BUSTO ARSIZIO – Non si fermano i contagi nella provincia di Varese. Busto Arsizio sfonda i tremila contagi da inizio pandemia, solo nell’ultima giornata ne sono stati rilevati 126. Forti incrementi anche a Gallarate: la città supera i 1.900 contagi da inizio pandemia; solo nelle ultime 24 ore vengono rilevatu 67 positivi.
Più moderati i numeri di Varese e Tradate: le due località presentano rispettivamente 4 e 9 nuovi positivi nella giornata di oggi.

Ecco i dati dei contagi da inizio pandemia (tra parentesi i dati di ieri per un confronto):

Saronno: 1.647 (1.601)

Tradate: 719 (715)

Varese: 2.543 (2.534)

Busto Arsizio 3.056 (2.930)

Gallarate 1.922 (1.855)

Laveno Mombello 437

Malnate 751 (749)

Coquio Trevisago 256

Somma Lombardo 590 (562)

Significativo l’aumento di Lazzate. Altro incremento anche per le vicine Cogliate e Ceriano Laghetto. A Origgio rallentano i contagi. Anche Gerenzano conferma il trend in rialzo. Incremento in doppia cifra a Cislago. A Caronno Pertusella dati ancora in aumento. Nelle Groane sono oltre cento i nuovi casi fra Limbiate, Cesano Maderno e Barlassina.

Nelle province risale, anche a dispetto del minor numero di tampono effettuato di domenica, il dato dei nuovi casi positivi al coronavirus in provincia di Varese (+723 contro +684 di ieri); scende in Brianza (oggi +764, ieri +1.140) e sono decisamente in calo quello del Comasco (oggi +193, ieri +425).

In Lombardia i tamponi effettuati oggi sono 18.037, i nuovi positivi 4.128. Il rapporto è pari al 22,8 per cento. I guariti/dimessi sono 14.231. In Lombardia per il covid oggi si sono verificati +99 decessi; +120 le persone che hanno avuto necessità di cure ospedaliere non intensive, +18 i ricoverati in terapia intensiva.


Per informazioni o per le richieste di aiuto riguardo all’emergenza coronavirus. Numero verde gratuito: in caso di sintomi influenzali o problemi respiratori 800894545. Evitare di utilizzare il numero 112 per non intasare le linee, lasciarlo libero per le emergenze sanitarie.

Informazioni generali: chiamare il 1500, numero di pubblica utilità attivato dal Ministero della Salute o telefonare al proprio medico di medicina generale o al pediatra.

16112020