SARONNO / TRADATE / LIMBIATE / VARESE / GALLARATE / BUSTO ARSIZIO  -Nek weekend appena trascorsi il contagio non si è rallentato, fra Groane e Varesotto, come testimoniano i dati locali, comunque elevati, da Limbiate a Saronno e Varese, da Busto Arsizio a Gallarate, a centri di dimensioni più ridotte come Caronno Pertusella, Tradate (in calo) ed Origgio.

Ecco il quadro dei contagi nella zona dall’inizio della pandemia aggiornati ai numeri del tardo pomeriggio di ieri, tra parentesi quelli del giorno prima:

Saronno: 1.601 (1.554) 47

Caronno Pertusella: 768 (744)

Origgio: 393 (377)

Uboldo: 242

Cislago: 505 (488)

Gerenzano 509 (494)

Tradate: 715 (711)

Varese: 2.534 (2.306) 228

Busto Arsizio 2.930 (2.709) 221

Gallarate 1.855 (1.724) 131

Laveno Mombello 437 (424)

Malnate 749 (715)

Coquio Trevisago 256 (249)

Somma Lombardo 562 (534)

Nel Comasco: 

Turate 373 (368)

Mozzate 351 (343)

In Brianza:

Limbiate 1.841 (1.762)

Cesano Maderno 1.624 (1.545)

Barlassina 310 (292)

Cogliate 395 (387)

Ceriano Laghetto 291 (284)

Lazzate 332

Monza 4.858 (4.697)

Desio 1.805 (1.735)

Seregno 1.810 (1.742)

Lissone 1.853 (1.783)

Brugherio 1.397 (1.351)

Giussano 1.120 (1.090)

Sono stati 8.060 i casi di positività al coronavirus registrati ieri in Lombardia e +20 i ricoveri in terapia intensiva.

In provincia, ad essere maggiormente colpite, ancora le province di Milano, Monza-Brianza e Varese. Il Milanese supera i tremila contagi nelle ultime 24 ore: 3.302 nella provincia, di cui 1.266 ospitati a Milano città. Numeri a quattro cifre anche per la provincia di Monza-Brianza: 1.140 contagi rilevati nella sola giornata di ieri. Più moderati gli incrementi nel Varesotto: sono stati 684 i nuovi contagi. Ancora alti i valori della provincia di Brescia, che ha superato i seicento casi.


Per informazioni o per le richieste di aiuto riguardo all’emergenza coronavirus. Numero verde gratuito: in caso di sintomi influenzali o problemi respiratori 800894545. Evitare di utilizzare il numero 112 per non intasare le linee, lasciarlo libero per le emergenze sanitarie.

Informazioni generali: chiamare il 1500, numero di pubblica utilità attivato dal Ministero della Salute o telefonare al proprio medico di medicina generale o al pediatra.

(foto archivio: una immagine del centro di Saronno)

16112020