SARONNO – Una diversa modalità di gestione delle prenotazioni ha creato qualche problema di assembramento all’ex scuola Pizzigoni dove sono in corso le vaccinazione ad opera di alcuni dei medici di famiglia cittadini.

In sostanza oggi è stata provata una nuova modalità di prenotazione con il risultato che molti pazienti si sono ritrovati in contemporanea davanti all’ex scuola elementare di via Parini. Sul posto si sono ritrovate molte persone in attesa e quindi si è creato dell’assembramento.

Tempestivo l’intervento della polizia locale che ha posizionato delle transenne per fare in modo di mantenere le distanze.
Sulla vicenda si è registrato anche l’intervento del sindaco Augusto Airoldi: “Ho contattato i medici presenti che mi hanno rassicurato sul fatto che dalla prossima giornata vaccinale si tornerà alle precedenti modalità di gestione dei pazienti in moda da evitare assembramenti”.

Le vaccinazioni antiinfluenzali a Saronno si svolgono come ogni anno ad opera dei medici di famiglia. Alcuni utilizzano come location l’ex scuola Pizzigoni, messa a disposizione dall’Amministrazione. Gli altri medici di Saronno fanno le vaccinazioni, su appuntamento nominale o secondo le proprie modalità di ambulatorio, come gli anni in questo caso la criticità resta l’approvvigionamento di vaccini.

15 Commenti

  1. Pensate solo se fosse successo con su Fagioli…avremmo avuto la Santissima Inquisizione con già allestito il rogo…

    • I cittadini stupidi sono gli stessi, anche se chiamati tutti contemporaneamente devono avere un cane da pastore che li mette in riga perché da soli non sono capaci come le pecore?
      Da capire SE e cosa avrebbe detto Fagioli, dato che questo Sindaco è intervenuto contattando i medici , per evitare futuri casi. Io un idea ce l’ho , su cosa non avrebbe fatto, ma ovviamente sono un malpensante che si basa su qualche anno di esperienza.

    • Vittimismo inutile se lo risparmi.
      Cosa organizzata male dai medici cambiando procedura, per rincorrere i ritardi della regione nel fornire i vaccini.
      E ci metta irresponsabilita dei presenti non rimanendo distanziati.

    • L’evidenza delle immagini parla da sola. I comportamenti dei cittadini per la propria salute non manifestano il colore politico. Smarrire il buon senso diventa un segno preoccupante dello stato d’animo con cui si sta vivendo questa pandemia.

    • Questo commento è il tipico esempio fra chi con la propria testa sa valutare di chi è la responsabilità della situazione, e chi per partito preso ne fa solo propaganda politica.

  2. E nessuno ha commentato che forse un vigile o la protezione civile potevano essere posizionati lì dall’inizio, a dare indicazioni che nn arrivavano perché sentila tu la crocerossina in mezzo a duecento persone urlanti… E l’uscita posteriore sul vialetto che era un tappeto di foglie bagnate?? Nemmeno questo si poteva pensare? Ma in che mani siamo?? Spero che chi ha organizzato la giornata di ieri chieda almeno scusa…

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.