UBOLDO – “Mandiamo una pec e invitiamo il ministero alla Salute, Roberto Speranza, a pranzo da noi!” Questa la provocatoria proposta dell’ex sindaco di Uboldo, Lorenzo Guzzetti, arrivata nel corso della nottata durante il suo abituale streaming su Facebook (sulla propria pagina) sui temi dell’attualità e, in questo periodo, soprattutto dell’emergenza coronavirus. E nella fattispecie sulle limitazioni per il periodo natalizio. Guzzetti si è soffermato proprio sul tema di pranzi e cenoni natalizi, che per le esigenze del distanziamento potrebbero essere “numericamente” limitati, o sconsigliati del tutto.

Guzzetti ha preso carta e penna, virtuali, ed in diretta ha scritto e spedito una email “notturna” al ministro Speranza, annunciando già che ci sarà parecchia gente, “da un minimo di 9 a 25 persone solo per i pasti senza considerare il passaggio di amic che si alterneranno durante la giornata…”

Guzzetti non ha mai nascosto, anche con toni duri, le proprie posizioni critiche nei confronti del Governo per la gestione della crisi legata alla pandemia.

25112020

10 Commenti

  1. Faccia pure.
    All’Epifania però ci informerà dell’andamento della curva dei casi di covid

  2. Interpretazione in chiave moderna della famosa lettera di Totó e Peppino? Riuscita, effettivamente anche loro facevano ridere

  3. Caro signor Guzzetti, visto che le piace fare tanto lo spiritoso, basta che si guardi un po’ intorno e potrà vedere l’ottima gestione della sanità in Regione Lombardia!
    Forse sarebbe il momento di essere un po’ più saggi ed evitare certe “uscite”!

  4. A volte sarebbe meglio tacere
    E non dare visibilità a chi non la merita.
    Soprattutto di fronte ai tragici numeri di questi giorni.

  5. Viviamo la piu’ grande crisi dell’Italia dalla seconda guerra mondiale, ma non si perde occasione per sottolineare, distinguere ecc. Tutti a voler dire la loro e via di fesseria in fesseria.

  6. Ci mancava l’opinione dell’illuminato Guzzetti, ora che lo abbiamo letto ci sentiamo tutti più tranquilli…

  7. Di questo articolo mi è bastato il titolo (da lì si è già capito tutto, siamo nel solito esibizionismo che ci esce dalle orecchie). Mi chiedo solo. Ma voi del giornale credete davvero di fare informazione con queste baggianate?
    Negli Stati Uniti i giornalisti non hanno esitato a stoppare il Presidente quando stava distorcendo la realtà. Voi le dichiarazioni pericolose alla salute pubblica del solito italiano ex di qualcosa le mettete in prima pagina? Ma dai!

  8. grazie a GUZZETTI, non perde occasione per prendersi il palcoscenico. Sono sempre più deluso di chi perso il “potere” cerca in tutti i modi di ricalcare la ribalta anche se non ha nulla da dire. Mi spiace che il SARONNO dia spazio a persone che MINIMIZZANO la situazione che stiamo attraversando e contemporaneamente divulghi delle NON NOTIZIE o meglio sarebbe utile classificarle come CAZZATE.

    • Oggi va di moda dire cazza** come se mangiare il panettone in 5 o in 20 sia vitale, il tutto mentre ci sono migliaia di morti, di contagiati, di gente che soffre a casa o in ospedale e medici ed infermieri che si ammazzano di lavoro e a volte muoiono.
      Che pensa che il panettone o la sciatina sia la priorità, non meriterebbe una sanità pubblica e persone che si fanno il mazzo per lui.

Comments are closed.