Home ilSaronnese Caronno Pertusella Buoni spesa più di mezzo milione di euro per il Saronnese: qui...

Buoni spesa più di mezzo milione di euro per il Saronnese: qui i fondi comune per comune

981
3

SARONNO – Nel decreto Ristori ter è previsto un fondo di 400 milioni di euro da destinare ai Comuni per sostenere quei nuclei familiari che si trovano in difficoltà. L’aiuto arriverà attraverso l’erogazione di buoni spesa e generi di prima necessità. I fondi arriveranno ai Comuni che dovranno individuare le famiglie in difficoltà e decidere le modalità di elargizione. Ogni singolo cittadino dovrà quindi fare riferimento al proprio Comune di residenza per conoscere i dettagli specifici e le modalità di accesso al bonus spesa. Ai Comuni della provincia di Varese sono stati destinati oltre cinque milioni di euro di cui 515.359 destinati ai 6 comuni del Saronnese.

Nel dettaglio sono stati destinati 208.961 al comune di Saronno, 95.099 a quello di Caronno Pertusella, 57.829 a Gerenzano, 56.493 ad Uboldo, 55.200 a Cislago e 41.776 a Cislago. 

Soddisfazione è stata espressa dal senatore Alessandro Alfieri (Pd): “Sui bonus alimentari ci eravamo presi l’impegno di fare in fretta e siamo stati di parola. Questo strumento in primavera si era dimostrato efficace, nel corso della prima ondata della pandemia, e come Pd abbiamo lavorato a fondo affinché fosse riproposto all’interno del terzo decreto ristori. Ai Comuni della provincia di Varese sono stati destinati oltre cinque milioni di euro – conclude Alfieri – una cifra importante. Per quanto riguarda i maggiori centri al capoluogo andranno 427.088 euro, a Busto 443.359 euro, a Gallarate 282.780 euro, a Saronno 208.961 euro e a Luino 111.705 euro.”

3 Commenti

  1. Veloci come i vaccini antinfluenzale, pagati 26€ al posto di 6€, del duo Fontana Gallera

  2. Speriamo che gli attuali non gestiscano questi fondi con la manifesta incapacita’ dei precedenti. Prima volevano sottrarre 90.000 euro a quei fondi per persone bisognose per farci altro. Poi ci hanno messo settimane per allestire i primi pacchi. Poi addirittuta ci avevano detto che non avevano avuto piu’ richieste. A Saronna magicamente tutti iltra benestanti

  3. La collaborazione con le associazioni di volontariato del settore e l’uso di tessere prepagate (banco alimentare) può accelerare l’aiuto che si può dare con questi fondi. L’immediatezza delle tessere diventa efficace permettendo la scelta dei propri acquisti.

Comments are closed.