SARONNO – Ancora un significativo aumento dei nuovi casi di contagio da coronavirus nella città di Saronno, anche in una giornata come questo sabato nel quale il numero dei contagi è calato un poco ovunque. Nella città degli amaretti non solo si resta in doppia cifra ma per ora non si scende dalla trentina di nuovi casi quotidiani che hanno caratterizzato gli ultimi giorni, nell’occasione +32 che porta il totale dei contagiati dall’inizio della pandemia a 2.141.

Saronno: 2.141 (2.109)

In doppia cifra anche Caronno Pertusellaa Tradate In zona nessun nuovo caso a Ceriano Laghetto e pochi fra Origgio, Cislago e Gerenzano. Nel vicino comasco fra Turate, Lomazzo e Mozzate poche casi. Limbiate, Cesano Maderno e Barlassina rallentano. Sempre nelle Groane, pochi casi pure fra Lazzate, Misinto e Cogliate.

In Lombardia i numero dei tamponi effettuati è 37.286 e 4.615 sono i nuovi positivi; il rapporto tra i nuovi positivi e il numero di tamponi è del 12,3%.

Sebbene i numeri dei contagi in Lombardia siano in calando, il Milanese continua a confermarsi come provincia più colpita con numeri sopra alle migliaia. Sono, infatti, 1.748 i contagi nella provincia di Milano, di cui 641 a Milano città. Oltre i 500 contagi anche a Varese, che oggi vede 585 nuovi positivi, mentre Como sfiora i 450. Giornata di tregua per Monza-Brianza, i cui nuovi positivi superano appena le 200 unità. Buone notizie anche per le province di Sondrio e Cremona, che registrano numeri sotto le centinaia.


Per informazioni o per le richieste di aiuto riguardo all’emergenza coronavirus. Numero verde gratuito: in caso di sintomi influenzali o problemi respiratori 800894545. Evitare di utilizzare il numero 112 per non intasare le linee, lasciarlo libero per le emergenze sanitarie.

Informazioni generali: chiamare il 1500, numero di pubblica utilità attivato dal Ministero della Salute o telefonare al proprio medico di medicina generale o al pediatra.

(foto archivio: volontario della protezione civile di Saronno)

28112020

1 commento

  1. Non rallenta (abbastanza).
    …. forse sarà perché non vengono effettuati sufficienti controlli?
    Ma quanti ne sono stati fatti in queste 3 settimane di semi lock down in zona rossa si può saperlo?

Comments are closed.