SARONNO – Non le manda certo a dire il vicepresidente di Saronno point, Mario Busnelli: “Basta fare un giro in centro per vedere tantissime persone irresponsabile che non rispettano le norme contro il contagio da coronavirus!”

Dice Busnelli:

Nella giornata dell’altro ieri abbiamo fatto il servizio con la vettura sanitaria ed abbiamo notato una montagna di persone irresponsabili, per nulla attenti e rispettosi del protocollo che impone le regole anti contagio. Se questo è il modo di interpretare le aperture commerciali non ci siamo proprio.

Non dobbiamo dare la colpa alle aperture, la scelta nasce da una crisi che potrebbe portare tanti esercenti sul baratro, pertanto se la gente non capisce cosa vuole dire responsabilità e rispetto delle regole, ovvero rispetto verso il prossimo, questi giorni d’avvento verso il Natale saranno la nostra fine tombale. Abbiamo visto masse di persone con mascherine sotto il naso prendendo le scuse più assurde. Chi fuma si deve allontanare almeno tre metri dalle persone, le code davanti ai negozi senza distanziamento sono un suicidio, i gruppi sulle panchine, a passeggio sono potenziali sistemi di pandemia. Forse non si è capito che la liberalizzazione è una responsabilità, la libertà impone delle regole, lasciamo perdere i colori delle regioni, i mandanti di un disastro pandemico siamo noi con i nostri comportamenti. Ricordiamoci che per primi la politica siamo noi! Abbiamo visto quello che presumevamo, una scellerata disubbidienza delle regole. Saranno pericolosi anche i cenoni, pranzi, capodanno… sicuramente tutti in famiglia per poi andare a riempire i pronto soccorso, sarà inevitabile visti i comportamenti stupidi dell’altro ieri in città. Noi dell’associazione siamo molto preoccupati, le feste vengono prese come una liberalizzazione dal covid, il lasciare andare le maglie per molti e’la fine della pandemia, siamo veramente sconfortato. Noi siamo impegnati 7 giorni su 7, per aiutare chi e’ seriamente malato, cerchiamo di insegnare come difenderci dal virus, poi vedendo il comportamento ignorante pensi proprio sia inutile l’impegno intrapreso. Noi non ci fermeremo naturalmente, ma un appello è doveroso”.

01122020

15 Commenti

  1. E se fai notare a qualcuno, troppo vicino, di mantenere la distanza (è anche suo interesse), APRITI CIELO, CHE AFFRONTO …

  2. Giustissimo, brava Saronno Point, realtà di Saronno. Vi ho visti all’opera domenica sera in Corso Italia e vi ho applaudito. Troppe persone senza rispetto.

  3. Tutto vero, brava Sara che hai pubblicato un messaggio che ho ricevuto da Saronno Point. Da quasi un anno almeno tre giorni alla settimana ricevo alla mattina consigli e relazioni del loro operato. Stanno dimostrando la loro forza come associazione. Un esempio per tutti.

  4. Sono Gloria, Saronno Point e’ sempre stata vicina a noi malati di cancro, sono veri Angeli, io li benedico. Fanno bene a tirare le orecchie. Ottima scelta del Sindaco aver dato la possibilità a loro di fare capire alla gente per le strade il rispetto.

  5. Brava Saronno Point, io abito in Via Monti, con il loro intervento molto pacato e gentile, hanno fatto un ottimo lavoro con un gruppo di ragazzi nel parchetto dei cani. Grande iniziativa del Sindaco.

  6. AIROLDI!!!!
    Ci uniamo all’esternazione dell’amico Busnelli per stimolare la Sua attenzione sui provvedimenti che ha adottato e che evidentemente non hanno funzionato, e ci riferiamo alla moral suasion esercitata dalla polizia locale. Forse è opportuno passare alle “maniere forti” aumentando i controlli e le sanzioni.
    A tal proposito vorremmo conoscere l’attività svolta nel mese di novembre dalla polizia locale: quanti provvedimenti sanzionatori in “materia Covid” sono stati adottati?
    A noi ne risultano solo 7 (3 giovani per assembramento notturno mentre bevevano una birretta e 4 egiziani intenti a fare il bbq nel parchetto).
    Con questi dati alla mano, davvero inconsistenti, crediamo che Busnelli abbia tutte le ragioni di denunciare una situazione fuori controllo nelle vie centrali di Saronno, dove i controlli non ci sono e le sanzioni mancano.
    Aspettiamo sue notizie, sig sindaco.

  7. La responsabilita’ non e’ certo la qualita’ prevalente negli italiani, ma a onor del vero io questa montagna di irresponsabili qui a Saronno non la vedo.

  8. In questi giorni ho giornalmente avuto a che fare con persone, senza mascherina, che non mantenevano le distanze e pretendevano di passare o fumare in punti in cui si ostruiva il passaggio agli altri. E’ una cosa molto triste vedere quanto poco si pensi al bene della collettività. E mi chiedo perché. Non è passato molto tempo da marzo, eppure a me sembra che l’atteggiamento sia molto più “centrato sui propri bisogni”, senza pensare che il proprio atteggiamento può nuocere agli altri. Una signora mi ha pure detto, mentre mi passava a 50cm di distanza, “lei ha la mascherina? tanto le basti”. Certo, la mia mascherina la protegge signora, ma lei non sta proteggendo me! Anziché imparare dall’esperienza tendiamo a negarla? Diamoci una mossa saronnesi!

  9. Da Marzo a Settembre: covid a Saronno? Colpa di Fagioli

    Da Settembre a Dicembre (e chissà fino a quando): covid a Saronno? Cittadini irresponsabili

  10. Gli unici irresponsabili sono al governo, disoccupazione al massimo storico, aziende che chiudono,clandestini a migliaia che sbarcano, ristori o come cavolo li chiamano sono una miseria…
    E intanto Usa e Uk ( i cattivoni ) sono primi sui vaccini, l’Italia all’ultimo posto perchè sono tutti in TV a parlare e nessuno a fare ( nel senso di lavorare )
    Nemmeno il vaccino antinfluenzale hanno procurato.
    Fate la lotteria degli scontrini…che forse vincerete un pupazzetto.
    A Natale la messa alle 10 perchè a quell’ora il virus non c’è, arriva dopo, verso mezzanotte…
    e gli irresponsabili sarebbero i cittadini schiacciati da un regime modello Cinese.

  11. Guardi Busnelli
    credo che il vero irresponsabile di questa situazione sia chi ben sapendo di questa seconda ondata non ha fatto nulla o troppo poco per arginarla.
    Non si è potenziata la struttura sanitaria non si sono premurati di assumere abbastanza medici e infermieri e questa pandemia che dovrebbe essere per tutti e dappertutto non capisco come colpisca diciamo a macchia di leopardo, non si è potenziato il parco ambulanze o automediche e invece che cosa hanno fatto? hanno buttato un sacco di soldi con i monopattini e comperato i banchi con le rotelle.
    Personalmente non ho ancora sentito di qualche nostro beneamato politico morto di coronavirus e vedo che i calciatori dopo aver contratto l’infezione dopo pochissimi giorni guariscono e sono più in forma di prima, come mai? non è che si fanno figli e figliastri e si cura in maniera diversa? Come mai è stato vietato fare le autopsie ai poveri morti? che cosa non si voleva fare sapere?
    Busnelli, pensavo che da una persona come lei uscissero queste domande, la domanda è l’inizio della comprensione perchè ti obbliga a pensare invece lei da la caccia all’untore, additando, favorendo così di fatto la paura ( che è quello che vogliono ) e la distanza tra le persone, alla non associazione e quindi al dialogo. Busnelli, non mi sembra sia questo lo spirito fondante della Saronno Point..

Comments are closed.