MILANO – “Oggi abbiamo avuto, come Regioni, un incontro con il Governo, durante il quale l’Esecutivo ha dichiarato la volontà, nel prossimo Dpcm, di mantenere, per il prossimo mese, una serie di misure abbastanza rigorose. Come, ad esempio, il divieto di trasferimento tra le Regioni, particolari attenzioni per le feste a Natale e Capodanno, e limitazioni, o addirittura divieti, riguardanti gli impianti sciistici. Quest’ultimo è un tema da considerare nell’ambito di un’intesa di carattere europeo”. Così il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, dopo il confronto tra Regioni e Governo sul prossimo Dpcm per contenere la diffusione del Covid-19.

“Da parte mia – ha spiegato il presidente – ho avanzato la proposta di svolgere una serie di interventi di più ampio respiro. Ovvero, non essere noi a inseguire il virus, ma fare in modo che la nostra programmazione preceda lo sviluppo del virus stesso”. “Una serie di interventi, cioè, che consentano – ha concluso il governatore Fontana – di mantenere in vita le attività economiche e che garantiscano la sanità pubblica”.

(foto: il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana)

01122020

5 Commenti

  1. scusi signor Fontana,
    ha usato “precedere” chissà perchè ma mi sembra una verbo nuovo

  2. Facile parlare quando non si hanno delle attività nelle zone montane, ma credo che sia una scelta giusta tenere chiuso il comparto montano fino al 10 gennaio, come sarebbe un grave errore riaprire le scuole in presenza.
    Le scuole in presenza dal primo aprire.
    La montagna una volta scavallato il Santo Natale potrebbe tranquillamente iniziare la stagione scistica sempre regolamentata, sky pass solo per chi pernotta almeno una notte.

Comments are closed.