ORIGGIO – Dopo Saronno anche la comunità origgese oggi si ferma per dedicare un ultimo saluto a don Angelo Ceriani, il sacerdote 76enne che si è spento domenica dopo aver lottato contro il Covid.

Ieri si è tenuto il funerale in Prepositurale con una presenza così numerosa di saronnesi che è stata aperta anche la chiesa di San Francesco con un collegamento video in modo da evitare assembramenti.

Originario di Origgio, è stato parroco a Marnate dal 1994 al 2012, e proprio qui aveva festeggiato al Corpus Domini del 2019 il proprio cinquantesimo di sacerdozio. Da otto anni a Saronno, si è sempre distinto in quanto a disponibilità in tutti gli ambiti della vita della locale comunità pastorale ed è molto conosciuto anche nel contesto oratoriano dove si occupa soprattutto delle confessioni dei bambini. In particolare don Angelo seguiva le confessioni e il rapporto con gli ammalati a cui dedicava tempo ed attenzioni con grande dedizioni e amore.

“Purtroppo per motivi di salute – ha detto ieri il prevosto durate il funerale presieduto dai vescovi Luca Raimondi e Giuseppe Vegezzi – il fratello e la sorella non hanno poturo presenziare al funerale ma abbiamo compensato noi con questo grande affetto la loro assenza”.

(foto di copertina di Armando Iannone)