SARONNO – Alla luce degli ottimi risultati della scorsa stagione la commissione nazionale attività giovanile del Coni, sezione karate fijlkam, ha inserito nella lista di atleti selezionati per l’anno 2006-2007 e quindi di interesse nazionale l’atleta saronnese Alessandra Bossi. La saronnese ha ricevuto per la prima volta la convocazione a questo importante appuntamento di preparazione che la ricambia dei tanti sforzi profusi nel perseguire questa sua passione, con allenamenti quotidiani nella palestra Judo Karate Club di Milano diretta dal maestro Massimiliano Ferrarini (ex atleta delle Fiamme Gialle).
Un impegno costante per la tredicenne che da sei anni ha maturato la passione per il karate e che da due anni si è dedicata totalmente nella specialità di kumite (combattimento) affrontando quotidianamente il tragitto Saronno – Milano senza mai saltare un allenamento.
Non potendo effettuare dei raduni con allenamenti in presenza sono stati organizzati, a partire da sabato 25 novembre, una serie di appuntamenti on line per sviluppare il programma di preparazione agonistica in vista degli appuntamenti internazionali.

Alessandra ringrazia con affetto la maestra Elisa Bortesi che l’ha indirizzata per prima in questo percorso trasmettendogli la passione per questa disciplina ed assistendola nei primi successi. Il maestro giapponese Naito e Stefano Di Bartolomeo che con il karate tradizionale hanno contribuito in maniera importante nella sua formazione tecnica ed umana. Ed ultimo, ma non per importanza, l’attuale maestro Massimiliano Ferrarini con cui trascorre ogni giorno molte ore sul tatami ed nei week end in giro per l’Italia e per l’Europa per le gare internazionali, con cui si è instaurato un rapporto speciale e molto intenso condividono gioie, fatiche, sudore ed anche delusioni che purtroppo lo sport riserva, ma che servono poi per dare un’ulteriore spinta a questa passione.

“Lo sport e in questo caso il Karate sono una passione “sana” che regala tante emozioni, l’agonismo inoltre ti dà inoltre la possibilità di confrontarsi e conoscere molte persone e coltivare amicizie con atleti di nazionalità diverse, che grazie alla tecnologia attuale puoi contattare velocemente rinvigorendo i rapporti. Il karate con la sua disciplina e i suoi principi ti fornisce delle regole precise e chiare da poter seguire anche nella vita quotidiana ed in campi diversi, una disciplina che non ha limiti di età e che può anche servire nella crescita i più piccoli”

(foto archivio)

05122020