CISLAGO – “Caro Cartabia, sono 4 anni che dici di lavorare per i Cislaghesi, sommessamente vogliamo ricordarti che non basta essere seduto sulla sedia nell’ufficio che hai in Comune, per sostenerlo. Altresì vogliamo ricordarti che alle elezioni del 2016, non hai preso il 51% dei voti da solo, è stata la coalizione a vincere. Per questo motivo devi decidere insieme agli altri, non da solo, per questo motivo devi promuovere tavoli di concertazione politica e decidere insieme ai partiti che hanno permesso al centrodestra di affermarsi alle elezioni del 2016”.

Inizia così la nota di Fratelli d’Italia in merito alla crisi della maggioranza che non è riuscita ad approvare una variazione di bilancio nell’ultimo consiglio comunale.

“Caro Cartabia, non puoi scaricare la responsabilità sugli altri, la tua maggioranza è andata in frantumi, pezzo dopo pezzo dal 2017 a oggi. Non vorremmo elencare le innumerevoli defezioni, ma ti ricordiamo che è troppo facile dire che il nostro capogruppo ti rema contro, per distrarre i cittadini dalle tue responsabilità.

Ricorderai benissimo che nel lontano 2017, il vicesindaco Luciano Lista, uscì dalla tua Giunta e dalla tua maggioranza, lasciandoti campo libero, e ricordiamo bene che all’epoca dicesti a tambur battente che finalmente l’armonia era tornata e tutti coesi avevate ricominciato a lavorare.

Ma la realtà è esplosa come una bomba a giugno di quest’anno. A giugno 2020, ti hanno abbandonato tutti, dimissioni a raffica dalla tua Giunta e dal consiglio comunale, solo i tuoi leghisti son rimasti a sostenerti, per amore di partito. Forse hai dimenticato che il tanto vituperato Luciano Lista, appena ha visto l’abbandono della nave , con responsabilità, coraggio e coerenza con la scelta del 2017, ha costituito il gruppo consigliare di Fratelli d’Italia, tra l’altro ben nutrito, e ti ha dato un’altra opportunità politica e amministrativa. Singolare pensare che abbia rancore verso di te, inopportuno pensare e sostenere che oggi sia Fratelli d’Italia a volere le tue dimissioni.

A Giugno il nostro capogruppo aveva l’occasione servita su un piatto d’argento per staccare la spina alla tua esperienza amministrativa, invece con coraggio e senso di responsabilità ha mantenuto in piedi la tua Giunta. Ma tu caro Cartabia, segnato dal rancore e dall’invidia nei suoi confronti, non hai saputo cogliere il senso politico di quel gesto e ancora una volta hai buttato tutto alle ortiche. Adesso come al tuo solito, cerchi di sovvertire la realtà, ma è tardi, i cittadini ormai hanno capito chi sei e come agisci. I sotterfugi ormai non ti serviranno per nascondere la realtà. A Giugno avevamo chiesto lealtà e condivisione, ci hai sbattuto la porta in faccia tra mille scuse, e noi con educazione ti abbiamo lasciato fare, sapendo che stavi sbagliando ancora una volta, nonostante il nostro coraggioso gesto fatto per scongiurare il commissariameto del Comune. Non staccheremo la spina, stai sereno, vigileremo sugli atti che ci sottoporrai in consiglio comunale e decideremo di volta in volta.

Siamo consci che ci saranno provvedimenti utili alla cittadinanza, certamente non promossi da te, ma dagli uffici, che ringraziamo infinitamente per il loro prezioso lavoro, infatti li voteremo prontamente, ma non aspettarti che lasceremo passare, ciò che non riterremo giusto e ciò che è contrario alla nostra visione di paese. Siamo persone educate, moderate, civili, che capiscono e sanno trovare la giusta condivisione se invitati a discutere intorno a un tavolo di confronto, ma certamente non possiamo sederci senza invito. Per questo motivo le sorti di questa amministrazione non dipenderanno certo da noi.

3 Commenti

  1. Che squallore, spero che Cislago si svegli e li spedisca a casa tutti, politica vomitevole.

Comments are closed.