SARONNO – Grande emozione, pur nel rispetto delle norme anticovid, stamattina per l’apertura del tradizionale presepe della Prepositurale che ha fatto il suo debutto ufficiale.

“Anche il nostro presepe – spiegano i volontari del gruppo presepe che hanno lavorato nelle ultime settimane – per ha dovuto fare i conti con la pandemia, per cui quest’anno sarà un presepe semplice e, come molte altre attività della nostra quotidianità “a distanza”.

E poi spiegano le proprie scelte: “Lo sfondo del nostro presepe è composto dalle foto dei vostri presepi casalinghi, che ci avete inviato negli scorsi giorni. In questo Natale così diverso dal solito è il nostro modo per stringerci come comunità intorno a Gesù che viene. Le foto dei Vostri presepi donano colore e luce al nostro presepe”.

Non manca un invito ai saronnesi: “Il nostro invito a Natale è quello di guardare il Vostro presepe casalingo, pensando di essere in “videoconferenza” con il presepe della parrocchia e attraverso di lui con tutta la comunità, per poter festeggiare insieme la nascita di Gesù”.

A rendere unico ed emozionante il presepe la dedica a don Angelo Ceriani, scomparso due domeniche fa dopo aver lottato contro il covid. “Don Angelo era per noi un “membro ad honorem” del gruppo presepe – spiegano – quando veniva a trovarci nelle fredde sere di lavoro portava con sé, oltre al suo sorriso e buone parole per tutti, anche “razioni di sopravvivenza”. Vogliamo ricordarlo in questo modo! Ci manchi don Angelo!”

Il presepe è ancora “aperto” per accogliere le foto dei presepi dei saronnesi: “Mandateci le vostro foto fino al 13 dicembre entreranno a far parte della rappresentazione della natività della Prepositurale”