SARONNO – Sopralluogo del sindaco Augusto Airoldi all’ex bocciodromo di via Piave dove da oggi pomeriggio saranno eseguiti i primi test rapidi.

Il tamponi rapidi é gestito grazie alla preziosa collaborazione del personale medico e infermieristico fornito da Medici Insubria, alcuni medici in pensione volontari e da alcune pediatre. Questa attività permetterà di effettuare i test rapidi – e in futuro volendo anche i molecolari – permettendo così ai cittadini saronnesi, e potenzialmente di tutti i paesi del bacino dell’ospedale di Saronno, di evitare lunghe e scomode trasferte nelle altre strutture del territorio. Una soluzione che si rivelerà particolarmente utile anche per le tamponature che dovranno determinare la fine del periodo di quarantena.

L’ingresso avviene dal cancello posteriore e la polizia locale ha provveduto a posizionare dei divieti di sosta in via Piave per lasciare gli stalli al servizio del personale sanitario.

«Da parte mia», conclude Airoldi, «un grande grazie a tutti i soggetti che hanno reso possibile questa iniziativa, ad iniziare dall’ufficio tecnico e dagli operai del nostro Comune che sono al lavoro in questi giorni. Noi, come gli altri, stiamo facendo la nostra parte per una Saronno più attrezzata nel contrasto al Covid».

09122020

5 Commenti

Comments are closed.