SARONNO – L’ “Associazione Paolo Maruti” opera sul territorio da oltre 40 anni ma per mancanza di risorse a causa dell’emergenza sanitaria Covid rischia di cessare la sua presenza sul territorio di Saronno e del saronnese.

“La situazione di blocco e di forte incertezza dovuta al Covid – spiegano dal sodalizio – ci ha colpito pesantemente nel settore della formazione, unica fonte di entrata sia per lanciare nuovi corsi professionali sia per la realizzazione dei nostri eventi culturali e degli sportelli di solidarietà. Per questo siamo costretti, per la prima volta nella nostra storia, a chiederti una mano mediante un contributo di sostegno per poter continuare ad operare. Tante gocce ci permetteranno di passare questo difficilissimo momento e ripartire con nuovo slancio nel nostro lavoro”.

Per dare un contributo si può passare in segreteria in vicolo Santa Marta 9 dal lunedì al venerdì dalle 9:30 alle 12:30 e dalle 16 alle 19. E’ anche possibile effettuare un bonifico bancario su Banca Intesa Sanpaolo S.p.A. c/c 3850 – Filiale accentrata Terzo Settore, Piazza Paolo Ferrari, 10 Milano Codice IBAN: IT05 T030 6909 6061 0000 0003850 (detraibile ai fini fiscali)

Cosa rischia di perdere la città di Saronno e l’intero comprensorio? “L’associazione Maruti si occupa di formazione basti dire che oltre mille persone con difficoltà diverse hanno potuto re-inserirsi nel mondo del lavoro, in particolare in ambiti “socio-sanitari”. Offre sportelli gratuiti di ascolto, finanza, legale, con qualificati esperti per venire incontro a particolari esigenze del cittadino e indirizzarli verso scelte consapevoli”. Non mancano gli eventi culturali: “Dicendo “Parola la mattina”, “Un respiro ancora giovane”, “Educare alla legalità”, “Dante secondo Dante”, “Nel cuore dell’arte”, “Uomini appassionati della verità” si evocano i cicli di incontri culturali di grande successo con relatori di altissimo livello, organizzati anche in collaborazione con altre presenze nella città”.

12122020

1 commento

Comments are closed.