SARONNO – E’ morta, all’età di 95 anni, Pinin Brambilla Barcilon notissima restauratrice che negli ultimi anni si è occupata anche del restauro degli affreschi di San Francesco.

A darne notizia il Centro per la Conservazione e il Restauro ‘La Venaria Reale’, polo di eccellenza per la formazione universitaria dei restauratori e la ricerca avanzata nel settore dei beni culturali, fondato dalla stessa Brambilla Barcilon nel 2005: “Non ci sono molte parole per salutare una figura tanto importante per il nostro Centro, per tutti noi e per l’intero mondo del restauro. Il suo rigore e il suo esempio resteranno un punto di riferimento, che continuerà a vivere nelle nostre scelte e nelle nostre azioni. Ciao Pinin, ci mancherai”.

Resta nota dallo straordinario restauro dell’Ultima cena di Leonardo nella sua eccezionale carriera si è occupata, come riporta l’Adnkronos, delle pitture di Giotto nella Cappella degli Scrovegni a Padova, gli affreschi di Masolino da Panicale nel Battistero di Castiglione Olona, gli affreschi altomedievali di Oleggio e quelli quattrocenteschi di Palazzo Borromeo a Milano. Ha restaurato, inoltre, opere di Piero della Francesca, il Pollaiolo, Filippino Lippi, Crivelli, Mantegna, Lorenzo Lotto, Gentile Bellini, Bronzino, Caravaggio, Tiziano, Tiepolo, oltre a numerosi artisti di arte moderna e contemporanea (tra cui Lucio Fontana e Man Ray).

Nel 2017 il team di addetti che si è occupato della pulitura degli affreschi della chiesa di San Francesco è stato seguito da Pinin Brambilla Barcilon che ha sempre avuto un forte legame con la città di Saronno dove è stata protagonista di diversi incontri, sempre sold out, in cui ha illustrato interventi di restauro al Santuario e a San Francesco.