SARONNO – “È partita giovedì 10 dicembre la campagna per il sostegno alimentare e le necessità primarie a favore dei cittadini che stanno attraversando un momento di difficoltà dovuto all’emergenza Covid-19.
La formula scelta dall’Amministrazione è quella di buoni spesa da 20 euro ciascuno, utilizzabili nei principali punti vendita della città di Saronno come se fossero normali ticket aziendali (i dettagli saranno forniti alle persone che usufruiranno di questo tipo di assistenza)”.

Sono le parole dell’assessore ai Servizi Sociali Ilaria Pagani che fa il punto sui buoni alimentari.

“Abbiamo ritenuto opportuno optare per questa soluzione perché la riteniamo la più adatta per aiutare le persone a superare questo momento di difficoltà. Le conseguenze sul mondo del lavoro dell’emergenza legata al Covid-19 hanno purtroppo portato grandi e inaspettate difficoltà a nuclei familiari che normalmente non avrebbero avuto bisogno dell’aiuto del Comune. Come Amministrazione e comunità abbiamo il dovere di sostenere queste famiglie e queste persone, aiutandole a gestire le esigenze del quotidiano per il tempo strettamente necessario al ritorno a quella normalità lavorativa che tutti speriamo possa avvenire nei primi mesi del 2021. Crediamo che, in questo contesto, un buono spesa a sostegno dei bisogni essenziali sia il modo migliore per dare supporto, anche dal punto di vista psicologico, permettendo a tutti di scegliere personalmente quali siano i bisogni primari propri e dei propri familiari senza andare a modificare in maniera significativa le proprie abitudini”.

Per accedere a questo tipo di assistenza è naturalmente necessaria una fase d’istruttoria e confronto da parte degli uffici comunali, come indicato sul sito del Comune, che in un’apposita pagina mette a disposizione tutti i documenti necessari e le linee guida di questo progetto.

“Questa iniziativa va a inserirsi nel quadro delle altre attività di contrasto all’emergenza Covid che abbiamo attivato in questi primi mesi della nuova Amministrazione – conclude Pagani – Questi buoni sono senz’altro un metodo che ci permette di dare un sostegno efficace in tempi rapidi e anche di capire, attraverso il contatto diretto, quali siano le esigenze più stringenti delle persone che si rivolgono a noi. Naturalmente, invito chi si sente in difficoltà a usufruire di questo tipo di supporto presentando domanda entro il 22 dicembre”.

Chi volesse maggiori informazioni riguardo a questo progetto, può contattare gli uffici comunali allo 02 967 101.

2 Commenti

  1. Bene, al meno non avverra’ come nella precedente gestione settimane e settimane per preparare quattro pacchi.

  2. Decisamente meglio buoni spesa che pacchi standard, si rispetta la dignità della persona che li riceve e li spende compatibilmente con i suoi bisogni .

Comments are closed.