SARONNO – Ieri sera nell’intervista di Sara Giudici, Luca Amadio, capogruppo della lista civica, non ha avuto dubbi sul motivo di successo nelle ultime elezioni amministrative: “I cittadini hanno votato le persone – chiarisce Amadio – non qualcosa di astratto. I saronnesi hanno dato come desiderano una politica attenta, vicina e che dia risultati.”
Dopo quel successo, Obiettivo Saronno ha preso la decisione di apparentarsi con la coalizione a sostegno di Augusto Airoldi. “Mai scelta fu migliore – afferma Amadio, deciso – Dovevamo rispondere al 13% dei consensi, dovevamo prendere una decisione che ci portasse a fare qualcosa di concreto. Stare all’opposizione ce lo avrebbe impedito, avrebbe oscurato la voglia di fare dei nostri giovani. Siamo usciti più forti dalle difficoltà interne.”

La lista viola risponde anche a quei dubbi circa il valore politico della petizione, proseguita dopo la campagna elettorale, per salvare i reparti fondamentali dell’ospedale di Saronno.
“La petizione non ha alcun legame con la campagna elettorale – così afferma Amadio rispetto ai dubbi sollevati – né dal punto di vista tematico, né tempistico. Se è vero che la politica è l’emanazione della volontà dei cittadini, non vedo perché non debba essere accolta quando verrà portata al Palazzo della Regione.”

Non sono mancate parole molto dure nei confronti dell’opposizione, in particolare rispetto all’ultimo consiglio comunale: “Bisogna fare un distinguo importante tra le forse di minoranza: Forza Italia e Fratelli di Italia stanno facendo una opposizione corretta e costruttiva; non si può dire la stessa cosa dei colleghi della Lega. Capisco la delusione della disfatta, ma se ne facciano una ragione, parlino con la cittadinanza e capiscano cosa sia mancato. In consiglio comunale mi aspetto cose concrete, non una lezione di grammatica su punti esclamativi e avverbi. Spero che sia solo un aspetto limitato ai primi tempi, che accettino la meritata sconfitta e smettano di fare il bambino capriccioso.”

(in foto: Sara Giudici intervista Luca Amadio)

16122020

4 Commenti

  1. La Lega SaronSovranPadanaLombarda (#valetutto)
    Piu’ di quello che volete che faccia?
    Grazie a Dio sono il padsato.

  2. La lista civica di cui è capogruppo dovrebbe sempre tenere presente che se oggi è al governo della città, in coalizione, lo deve esclusivamente al Sindaco Airoldi e a quelle forze politiche che lo hanno sostenuto durante la campagna elettorale. Un punto fermo che non deve distogliere questa lista civica viola dagli obiettivi comuni concordati in coalizione solo per far emergere quel protagonismo tipico della giovane età e che spesso diventa invadente delle competenze altrui. La moderazione e l’umiltà possono far crescere i neoeletti per non cadere in quel limbo comportamentale leghista, quale ultima espressione della precedente amministrazione.

  3. Ma pensa a te stesso e alla salute, che pur di avere una cadrega avete pestato i piedi, altro che i bambini capricciosi.
    Inizia a camminare con le tue gambe e pedala per mantenere il 10% di quanto promesso.

  4. Parlare magari con la cittadinanza che vi ha votato e si è sentita tradita dalla vs scelta? … voti che già sono andati di là per la prossima elezione, prima ancora di iniziare.

Comments are closed.