SARONNO – Fa il bis una delle pasticcerie e caffetterie più storiche e conosciute di Saronno: la Ines, ovvero “Cattaneo 1934” ha appena aperto il nuovo punto vendita che si trova quasi di fronte alla propria “storica” caffetteria e gelateria. Quest’ultima in via San Cristoforo angolo via Cavour, il nuovo negozio con vendita di pasticcini, salatini, torte ed altri prodotti golosi e da gourmet in piazza Aviatori d’Italia nel nuovo stabile appena completato e che ha riqualificato quell’angolo di Saronno. “Noi non ci fermiamo! Crediamo nei sogni e nel futuro, perché tutto questo prima o poi finirà. Investiamo per offrire migliori servizi ai nostri amici e clienti.
La nostra storia continua…. stay tuned!” dicono i titolari.

Per celebrare il “taglio del nastro” la “Cattaneo 1934” ha realizzato anche un simpatico video pubblicato su Facebook. “L’azienda – ricordano i responsabili dell’attività – nasce nel 1934 con la prima generazione, che apre nel centro storico di Saronno la latteria. Oggi abbiamo una Caffetteria e una pasticceria in centro a Saronno e la divisione banqueting e catering per organizzazione eventi privati e aziendali”.

16122020

2 Commenti

  1. Dal 1934! E sono 86 anni di prestigiosa attività della Famiglia Cattaneo, tipico cognome saronnese presente nella nostra città fin dal 1500!
    Mi ricordo il primo negozio dei nonni degli attuali titolari e, successivamente, di papà Battista e di mamma Ines, tutte persone, come i figli, caratterizzate da esemplare professionalità, cortesia e disponibilità!
    Il “Settore Catering” ha magistralmente organizzato i pranzi di matrimonio di mio figlio e di mia figlia! Pranzi da “Oscar” della cucina! In particolare, oltre a tutti gli invitati, sono rimasti letteralmente “colpiti” dalla prelibatezza delle diverse vivande i numerosi familiari di mia nuora, giunti appositamente dal lontano Canada.
    È proprio il caso di dire che il successo dei Cattaneo è dovuto al fatto che prendono i numerosi clienti…per la gola! Clienti che “gustano” farsi “dolcemente” prendere!
    Ad multos annos!

Comments are closed.