SARONNO – Due maxi graffiti, uno sull’asfalto ed uno sul muro dell’ex collocamento, sono il “lascito” del corteo organizzato dagli anarchici saronnesi ieri pomeriggio. Il collettivo Adespota ha imperversato per l’intero centro storico per oltre 3 ore.

Striscioni, cartelli, tamburi, fumogeni e petardi gli anarchici del Collettivo Adespota non si sono fatti mancare nulla percorrendo l’intera zona a traffico limitato, da via Portici a piazza Avis da via San Cristoforo fino a corso Italia più volte. A far discutere la città anche la maxi scritta con vernice bianca realizzata in via Padre Monti all’altezza di piazza Indipendenza. “Pagherete tutto” lo slogan scritto a caratteri cubitali con un simbolo anarchico. Ma non solo. Un graffito è stato realizzato anche sullo stabile comunale, l’ex ufficio di collocamento dove ora troneggia lo slogan “Ricorda i responsabili” con accanto l’elenco “Morti, salute, sfruttamento, carceri, scuola, povertà”.

Ma non solo. Lungo le strade cittadine sono rimasti centinaia di micro volantini con slogan contro la morte dei detenuti nelle rivolte in carcere di marzo, lo Stato e le forze dell’ordine.

Tanti i saronnesi che si sono fermati a vedere la protesta dei ragazzi e nelle ore successive i graffiti.

18 Commenti

  1. Semplicemente un atto di inciviltà. Questo genere di proteste non appartengono alla dialettica politica. Un modo per festeggiare l inizio delle festività e per limitare la libertà altrui in una giornata che le persone stavano vivendo serenamente. Quella stessa libertà che voi sostenete di non avere, ma che in realtà la togliete ad altri. Quella stessa libertà che vi permette di fare quello che volete.

  2. ….hanno occupato il centro per 3 ore.
    Domanda, ma le forze dell’ordine dov’erano? Sindaco e assessori erano tutti fuori Saronno?
    Ma, probabilmente non c’erano reati da contestare.

  3. E’ un errore definire ragazzi questi personaggi che pretendono il rispetto delle loro idee. Tollerare una manifestazione dall’apparenza pacifica, fa parte del rispetto democratico di ogni cittadino, attratto più dalla curiosità che dai contenuti dei messaggi che hanno imbrattato una zona della città di pubblico utilizzo. La città di Saronno è nauseata da questi comportamenti arbitrari che hanno stancato tutta la cittadinanza e le forze dell’ordine ed è ora che a questi contestatori della società civile vengano addebitate ogni loro responsabilità per le violazioni giuridiche compiute e il danno economico provocato alla Comunità e alla Polizia di Stato.

  4. ma il nuovo sindaco dov’era…. ? ma va che schifo di saronno riavremo per 5 anni…
    prenderli e arrestatli subito…
    ricordate voi comuni mortali che se mettete auto in sosta vietata vi fanno subito la multa.. loro possono gironzolare x le vie di Saronno con un DPCM in atto.
    Occhio a Natale i casa non più di 6 perchè li si che vi puniranno.
    purtroppo siamo solo agli inizi..

    • Dove vede il negazionismo?
      Non dicevano che il covid non esiste ma criticavano la malagestione, tagli alla sanità ecc… Solo un folle non sarebbe d’accordo.

  5. imperversano 3 ore in centro, e la polizia municipale? Tutto come prima del buon Fagioli

  6. Per questa gentaglia le norme anticovid non valgono???
    Perchè Vigili e Carabinieri non sono intervenuti??

  7. Lasciamoli sempre liberi di imbrattare la città !!!!! Come al solito manifestazione non autorizzata ma liberamente concessa di svolgersi regolarmente come se niente fosse. Complimenti . E poi basta di chiamarli ” ragazzi” sono solo TEPPISTI.

  8. Vietato giornalisticamente usare la parola “imbrattamento”? 3 ore di tamburi e petardi non recano disturbo acustico? Eh certo usare verbi o aggettivi “denigranti” è proibito quando si scrive cronaca sugli anarchici. Quando avrete il coraggio di scrivere che la manifestazione non era autorizzata?

  9. Un po’ di movimento libertario da fastidio al partito unico che governa .Per fare un albero ci vuole un fiore e spero che la bella primavera arrivi dirompente e audace per costruire un mondo nuovo. Give a chance.

  10. Quando fanno comodo sono di sinistra, sono antifascisti e cantano bella ciao, adesso che vanno contro il potere rosso e la dittatura sanitaria sono di estrema destra ?

Comments are closed.